domenica, Giugno 23, 2024
News

DI TARANTO E IL CCPC ALL’ULTIMO SALUTO A GIORGIO MANGI

(Gmajo) – Nella chiesa “budino” – così come amichevolmente era stata ribattezzata anni fa l’opera dell’architetto Armido Punghellini per la comunità parrocchiale di Maria Immacolata, in strada Casa Bianca a Parma – c’è stato stamani, sabato 4 maggio 2024, l’ultimo saluto a Giorgio Mangi, il tifoso Crociato che, dopo aver assistito alla partita del Parma a Palermo, venerdì sera 19 aprile 2024, è poi venuto improvvisamente a mancare il giorno successivo, come già vi avevamo raccontato in quei giorni, annegato mentre faceva il bagno nelle acque di San Vito Lo Capo

Sotto la cupola di Punghellini – dove personalmente ho pianto nel tempo la mia intera famiglia, a partire da mio padre Giuseppe, a mia mamma Leyde e mio fratello Massimo – non c’era la salma di Giorgio, ma solo la sua immagine fotografica su un colonnotto: come da suo desiderio, infatti, Mangi, dopo i controlli delle autorità  giudiziarie e sanitarie (non è stata effettuata autopsia, dal momento che è bastato constatare che il decesso era avvenuto per evidenti cause naturali, è stato cremato.

Le sue ceneri raccolte nell’urna, però, appena arrivate dalla Sicilia, non potevano essere trasportate in Chiesa per questa celebrazione ricordo, poiché serviranno ulteriori autorizzazioni per l’eventuale successiva dispersione o tumulazione.

Assieme ai famigliari (il fratello ed i nipoti), lo stato maggiore del Centro Coordinamento Parma Clubs con il presidente Angelo Manfredini (lo scomparso, infatti, durante il periodo della presidenza di Mario Venturi era stato il fondatore del Parma Club Borgorosso) ed il consigliere Paolo Greblo, la presidente Gianna Vincenzi del circolo Toscanini che Giorgio frequentava assiduamente, ed è stato, infatti, l’ultimo posto dove lo avevo visto pochi giorni prima, essendo anche socio del locale Parma Club, con tanti amici che lo hanno conosciuto ed apprezzato per la sua generosità e solarità. Il celebrante, il parroco don Daniele Bonini, lo ha definito “un dono del Signore per la Comunità”.

Abbiamo notato la presenza dell’attuale direttore generale della Spal Corrado Di Taranto, per anni direttore operativo del Parma Calcio: è stato in quegli anni che, come noi, ha conosciuto ed apprezzato Giorgio Mangi quando, come volontario, gestiva il parcheggio interno allo Stadio Tardini in occasione delle partite.

Come il presidente Ernesto Ceresini non era riuscito a vedere coronato in vita il suo sogno di vedere promosso il serie A il suo Parma negli anni ’90, così anche Giorgio Mangi, per poche giornate non ha potuto godere per la salita della squadra nell’Olimpo del Calcio: ma è giusto, in questi giorni di gioia comunitaria, pensare che anche Loro siano sempre qui con tutti noi a festeggiare. Gabriele Majo

Ai famigliari e al CCPC StadioTardini.it rinnova le proprie condoglianze

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

CCPC IN LUTTO PER LA TRAGICA SCOMPARSA DI GIORGIO MANGI

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

Un pensiero su “DI TARANTO E IL CCPC ALL’ULTIMO SALUTO A GIORGIO MANGI

  • R.I.P.

I commenti sono chiusi.