domenica, Giugno 23, 2024
L'OpinioneNews

IL GIALLO / BUFFON SUPERDIRIGENTE DEL PARMA: LA ROSEA “COPIA” AMPOLLINI, MA POI RIMUOVE L’ARTICOLO…

(Gmajo) – Di solito accade ai piccoli siti. Pubblicare qualcosa che non devono, salvo poi, magari a seguito di pressioni ricevute, rimuovere lo scritto incriminato. Non sappiamo se la stessa fattispecie possa essere assimilata a quanto, curiosamente, accaduto oggi sul prestigioso sito della Gazzetta dello Sport, non all’Eco di Roccacannuccia. Un articolo di Andrea Schianchi, che rilanciava (senza citarlo) quanto avanzato qualche settimana fa da Luca Ampollini, ossia un possibile ruolo da supermanager (vice presidente, o giù di lì) di Gigi Buffon, il quale, però, a tutt’oggi (e forse proprio qui casca l’asino) riveste il ruolo di capo delegazione della Nazionale e siamo all’immediata vigilia degli Europei.

StadioTardini.it, informalmente, ha provato a chiedere lumi all’autore dell’articolo, il quale ci ha risposto spiegandoci che all’origine della sparizione ci sarebbe stato un non meglio identificato problema digitale.

Prima che il pezzo si fantasmizzasse, c’era stato chi – come Forza Parma – era riuscito a copiarne i contenuti: “Buffon può tornare a Parma da superdirigente. Come riporta, la Gazzetta dello Sport, è questa l’idea sulla quale da tempo sta riflettendo il presidente Kyle Krause, che avrebbe già formulato una proposta concreta all’ex campione e sarebbe in attesa di una risposta. C’è da ragionare, ovviamente, sulla casella che Buffon andrebbe a occupare nell’organigramma del club, ma non si è molto lontano dalla verità se si immagina per lui un ruolo come quello che svolge Karl-Heinz Rummenigge al Bayern Monaco: vale a dire un punto di riferimento per la squadra, per l’allenatore, per i tifosi, uomo che dialoga direttamente con il presidente e del quale trasmette al club lo stile e i principi. ìOggi Buffon è il capo delegazione della Nazionale e questo sarà il suo incarico al prossimo Europeo, ma dopo, nella speranza di aver contribuito a conquistare qualcosa di grande, vorrebbe mettersi alla prova con una nuova avventura. Da gennaio ha cominciato un master in Business and administration all’Università Bocconi che terminerà a fine maggio, inoltre si è tuffato in una full immersion di inglese. Il tutto per farsi trovare pronto alla chiamata del futuro. Buffon sente di poter ricoprire un ruolo operativo, non intende fare l’uomo-bandiera a vita. Con il presidente Krause i colloqui sono frequenti e, nell’ottica di una ristrutturazione societaria dopo la promozione in Serie A, l’imprenditore dell’Iowa non ha avuto dubbi nell’individuare in Buffon la persona adatta per rilanciare l’immagine del Parma tra i grandi del calcio”.

In sostanza quanto già Luca Ampollini, aveva rivelato durante la puntata del 25 aprile scorso durante “Calcio & Calcio” su 12 Tv Parma. Lo stesso opinionista, attraverso il proprio profilo Facebook ha risposto a un suo follower che gli domandava dell’accaduto che, a suo avviso, la vicenda sarebbe “un’ulteriore conferma della sua veridicità”. Ma rimuovere una notizia sul principale giornale italiano non è usuale, e come direbbe mia mamma: pu la smesda pu la spusa… Un roseo autogolGabriele Majo

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

LA BOMBA DI AMPOLLINI: BUFFON TORNA AL PARMA COME VICE PRESIDENTE (VIDEO)

LE TENTAZIONI DI KRAUSE, DALLA VICE PRESIDENZA BUFFON ALL’UOMO FORTE DONNA

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

2 pensieri riguardo “IL GIALLO / BUFFON SUPERDIRIGENTE DEL PARMA: LA ROSEA “COPIA” AMPOLLINI, MA POI RIMUOVE L’ARTICOLO…

  • Ampolè, et vist c’al tò amig Ranieri l’è andè in pensiò?

    Sandrone Melli da Funtanlé

    P.s. Am sa la fola ad Biuffon na bojeda

  • Ampollini il “nuovo Di Marzio”.

I commenti sono chiusi.