mercoledì, Giugno 12, 2024
NewsParole Crociate

PAROLE CROCIATE di Luca Ampollini / PER ORA SOLO POCHI GIOCATORI OSSERVATI. IL RESTO SON… BUFFONATE

(Luca Ampollini) – Pensavo: che bello scrivere le Parole Crociate guardando in totale distensione Catanzaro-Cremonese (2-2), semifinale dei play off di B, con la consapevolezza di essere già saldamente in serie A. Una bella sensazione, non c’è che dire, soprattutto ripensando ai tanti episodi che hanno accompagnato la cavalcata del Parma in serie A.

Uno di questi, poco dopo lo sconcertante epilogo di dodici mesi fa contro il Cagliari, riguarda Dennis Man: si narra che il rumeno, dopo una stagione altalenante, stesse valutando un trasferimento in Turchia, pensando che in gialloblù non potesse esplodere come si sarebbe aspettato al suo arrivo. Fu il direttore sportivo Pederzoli a convincere l’estroso attaccante Crociato a rimanere, convinto che il secondo anno della cura Pecchia sarebbe stato propedeutico alla sua definitiva consacrazione. Mai previsione si rivelò più esatta, Man ha giocato una stagione strepitosa, ha abbandonato ogni pensiero di cessione e si accinge a vivere da protagonista l’esaltante avventura degli europei.

In attesa del rinnovo suo e di Mihaila: non è un mistero che i due rumeni vogliano continuare la loro avventura in Crociato, e una delle chiavi del rinnovo è Fabio Pecchia.

Entrambi hanno trovato consapevolezza, sicurezza e prestazioni di qualità col tecnico laziale e desiderano continuare nel Parma, anche e soprattutto per la sua presenza, sapendo altresì che la qualità delle loro prestazioni dipende, oltre che dalle loro indubbie qualità tecniche, anche da una squadra coesa e organizzata com’è il Parma attuale.

Ma non c’è fretta: ci sono già stati un paio di incontri tra l’entourage dei rumeni e la Società e c’è grande unità di intenti, nonostante rimanga un po’ di distanza a livello economico. Il tempo a disposizione servirà ad arrivare ad un punto di incontro per il probabile e logico rinnovo.

Per il resto non è ancora tempo di trattative, la stagione non si è ancora conclusa, perciò, per ora, si stanno osservando vari profili, in attesa di far partire le vere operazioni di mercato. E queste operazioni saranno condotte ancora da Pederzoli, che continuerà la sua avventura a Parma come direttore sportivo, coadiuvato dal suo staff capitanato da Massimiliano Notari.

Per ciò che riguarda i portieri arriverà un estremo difensore di esperienza (Gollini?) che affiancherà il confermatissimo Chichizola giocandosi la titolarità del ruolo con l’argentino, mentre Corvi e Turk verranno ceduti in prestito dove potranno valorizzarsi e giocare con continuità.

Parlando di difensori, a Osorio è stato rinnovato il contratto anche per valutare eventuali offerte che potrebbero arrivare dopo la Coppa America dove sarà protagonista col suo Venezuela. Tra i giocatori osservati è seguito con interesse il forte centrale turco del Trabzonspor Baniya, nato e cresciuto in Italia e portato in Turchia dal tecnico italiano Farioli che ne ha fatto uno dei difensori più forti del massimo campionato ottomano. Molto strutturato fisicamente, è un difensore velocissimo che assomiglia parecchio, come modo di giocare, a Bremer. Arriverà un terzino sinistro e uno dei candidati è Moussa N’Diaye, esterno difensivo senegalese dell’Anderlecht, già opzionato dal Parma l’anno passato, quando poi decise di virare, per quel ruolo, su un italiano che conoscesse la serie B, ovvero Di Chiara. Ma le cose ora possono cambiare, lui rimane un profilo seguito con attenzione per le purissime qualità confermate quest’anno nel massimo campionato belga.

E’ chiaro che ci si affiderà, pur migliorando la squadra con diversi innesti, al gruppo vincente attuale con la consapevolezza, soprattutto del sottoscritto, ed è un concetto che ripeto da almeno due anni, che i maggiori giocatori di talento Crociati – Man, Bernabè, Mihaila, Bonny su tutti – giocheranno meglio in A che in B in virtù dei maggiori spazi che troveranno nella massima serie rispetto a quelli nella cadetteria, dove regnano difese arcigne a oltranza.

Lasciando stare Pohjanpalo che non arriverà (profilo che ci risulta non essere seguito dalla dirigenza Crociata) o Miretti (il Parma non sceglie giocatori in prestito e difficilmente spenderebbe eventuali e improbabili richieste folli della Juventus per il centrocampista), è ritornata d’attualità la voce di Buffon che potrebbe arrivare come dirigente di primo livello: vi avevamo spiegato la possibilità di questa ipotesi lo scorso 25 aprile, è passato quasi un mese e ci si continua a pensare, si vedrà, ma sicuramente non è una BUFFONata… Luca Ampollini

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

IL GIALLO / BUFFON SUPERDIRIGENTE DEL PARMA: LA ROSEA “COPIA” AMPOLLINI, MA POI RIMUOVE L’ARTICOLO…

LA BOMBA DI AMPOLLINI: BUFFON TORNA AL PARMA COME VICE PRESIDENTE (VIDEO)

LE TENTAZIONI DI KRAUSE, DALLA VICE PRESIDENZA BUFFON ALL’UOMO FORTE DONNA

 

 

Luca Ampollini

Luca Ampollini, classe 1973, giornalista pubblicista dal 2005, ha cominciato a Radio Onda Emilia nel 1998, prima con il commento delle azioni più importanti delle partite di campionato sulle radiocronache di Gianluigi Calestani, poi con la conduzione della trasmissione post partita “Diretta Stadio”. Passa successivamente alla Tv, su Teleducato, commentando il posticipo della domenica sera di serie A a Calcio e Calcio, condotto da Fulvio Collovati. Passa, quindi, alla neonata Teleducato Piacenza come telecronista delle partite del Fiorenzuola in serie C2 e nel 2000-01 commenta, sempre per Teleducato Piacenza, le partite del Piacenza Primavera. L’anno successivo torna a Parma e diventa il telecronista del Parma calcio fino al 2008. Partecipa a Calcio e Calcio, prima come opinionista poi come conduttore in 3 edizioni dal 2005 al 2008. Nella stagione 2004-05 conduce Calcio e Calcio Speciale Coppe e i collegamenti esterni nell’edizione di Calcio e Calcio condotto da Fulvio Collovati. Dal 2005 al 2008, è responsabile della redazione sportiva di Teleducato e, oltre a Calcio e Calcio, conduce Calcio d’Estate prima di passare a Tv Parma dove partecipa come opinionista a Pronto chi Parma e come conduttore, con Carlo Chiesa, delle due trasmissioni “A tutta A“ e “A tutta B”. Dopo alcuni anni in cui collabora come opinionista fisso anche a "Bar Sport" torna a Teleducato dove partecipa come opinion leader a Calcio e Calcio fino al 2018. Con la fusione delle due televisioni continua la sua collaborazione, tuttora in corso, con 12 TV Parma e con Calcio e Calcio. Oltre alle centinaia di telecronache e conduzioni ha collaborato, commentando alcune partite del Parma con le emittenti radiofoniche Radio Bruno (Coppe Europee) e Lattemiele (Campionato). E’ lo speaker ufficiale del Parma calcio allo Stadio Tardini dal 2015

3 pensieri riguardo “PAROLE CROCIATE di Luca Ampollini / PER ORA SOLO POCHI GIOCATORI OSSERVATI. IL RESTO SON… BUFFONATE

  • Adesso finalmente ho capito. “Siccome che” (la mia prof. al Liceo sarebbe impazzita) in serie A siamo più forti che in B perchè Man, Mihaila e Barnabè farano sfracelli all’Olmpico e a San Siro, un africano (ovviamente dal Belgio ça va sans dire) che l’anno scorso non andava bene in B andrà invece benissimo in A. Certo che con “rinforzi” come il turco e il senegalese e l’arroganza (tipica di Pederzoli che purtroppo come dalle mosche non ci libera mai) e tracotanza di ritenersi #appostocosì perchè i giovani bla bla bla la strada è già segnata. Come nel 20/21. Evidentemente i 3 anni di merda mangiata non hanno insegnato nulla a chi di dovere.

  • Si vabbè, siamo al 22 maggio e crediamo già alle bombe di mercato? E per quanto riguarda Buffon, come mai la gazza ha tolto l’articolo poco dopo averlo pubblicato? Ampollini è stato lestissimo a evidenziare sui social l’articolo appena uscito, un pò meno a farlo quando l’hanno tolto..mah

  • Magari Gollini! Ottimo profilo per la porta in A.

I commenti sono chiusi.