martedì, Luglio 23, 2024
ColumnistNews

IL COLUMNIST di Luca Russo / EURO 2024: LO SCACCO MATTO AI BOOKMAKERS DEL CROCIATO MAN

(Luca Russo) – Anche i bookmakers sbagliano, sebbene il loro compito principale sia quello di sbagliare il meno possibile e di aiutare gli altri (leggi scommettitori) a fare lo stesso. Ieri nel pezzo di commento alla roboante vittoria per 3-0 della Romania contro l’Ucraina firmata dalle reti di Stanciu, Marin e Dragus, ma soprattutto da una prestazione sontuosa del Crociato Dennis Man, autore di due assist (come non accadeva dai tempi di Gheorghe Hagi contro la Colombia ai Mondiali del 1994) e un quasi gol nella medesima partita, avevo sottolineato come il duello tra la Tricolorii e i gialloblu potesse essere considerato a tutti gli effetti già alla stregua di uno spareggio per il secondo posto, visto che tutti o quasi tutti davano il Belgio favorito per la vittoria del girone che include i romeni e gli ucraini, appunto, e gli slovacchi.

Ma è proprio con gli slovacchi che non erano stati fatti i conti: un gol di Schranz ha regalato agli uomini di Calzona la vittoria per 1-0 contro i più quotati ragazzi di Tedesco. Così si è consumata la prima vera grande sorpresa di Euro 2024, dal momento che i Diavoli Rossi figurano tra gli “iscritti” al club delle nazionali che hanno (o avrebbero) tutte le carte in regola per scollinare la data del prossimo 14 luglio con la Coppa in mano.

E non si possono nutrire dubbi circa il fatto che lo 0-1 subito da Lukaku e soci abbia fatto arrossire, perché oggettivamente poco prevedibile, anche coloro che di mestiere si occupano proprio di individuare quali siano gli esiti più probabili di questo o quell’evento sportivo.

Alla vigilia del match del resto l’1 del Belgio, reduce da 6 vittorie e 2 pareggi nelle qualificazioni e ulteriori 4 successi e 2 segni X in amichevole per un ruolino di marcia che di fatto lo ha proiettato nella dimensione dell’imbattibilità, veniva etichettato come scelta più semplice sulla carta, volendo scommettere qualche euro sulla seconda gara della prima giornata del gruppo E. In alternativa, qualora ci fosse stata l’intenzione di evitare uno spiacevole colpo di scena (che poi si è puntualmente materializzato), le statistiche suggerivano di puntare sul No Gol, ipotesi assai probabile alla luce del rendimento delle due contendenti in gioco e che il film della gara ha poi concepito, sia pure nella sua versione più sorprendente, ovvero con lo 0 che si è inchiodato sul tabellino dalla parte del Belgio.

Per la verità già un’oretta prima dell’inizio dell’incontro di Francoforte gli allibratori avevano dovuto incassare un colpo basso. E qui si ritorna al 3-0 della pimpante Romania sull’inconsistente Ucraina. I pronostici relativi a questa sfida accreditavano la selezione del ct Rebrov al successo, più difficile immaginare che invece i tre punti finissero nelle tasche di Dennis Man e compagni.

La vittoria dei gialloblu era quotata a 2.00, quella della Tricolorii a 3,97 (praticamente il doppio). Anche tra i possibili marcatori le principali citazioni vedevano due calciatori ucraini in cima alle preferenze e alle previsioni dei boomakers: Dovbyk a 2.85, Malinovskyi a 5.25. Sul rettangolo di gioco, però, il Crociato Dennis Man con due assist, un quasi gol e una prestazione sontuosa, da urlo, ha capovolto ogni pronostico e dato scacco matto al banco. Luca Russo

3 pensieri riguardo “IL COLUMNIST di Luca Russo / EURO 2024: LO SCACCO MATTO AI BOOKMAKERS DEL CROCIATO MAN

  • Da quanti è che il Belgio è tra i favoriti? Su dai, non abbiamo proprio imparato la lezione su di loro?

  • Qualche esperto mi spiega perché Pecchia non rinnova e si inizia la stagione con allenatore in scadenza? Cosa non fatta nemmeno l’anni passato?
    E Corvi quando rinnova? E Hai No? E Camara? E Cicciobello Valenti? E Perder Sola è in Germania a vedere gli Europei o sta lavorando sotto traccia per regalare a Pecchia un esterno di gamba? E prende Zanimacchia? E Castagnetti?

    #rinnoviamoecaroselliamo #siamoappostocosi

  • Attenzione che se Corvi non rinnova arriva il Siti o il Baiern e ce lo portano via

I commenti sono chiusi.