mercoledì, Giugno 12, 2024
BiglietteriaNews

MANFREDINI, “ADDETTO STAMPA” DEL PARMA, ANNUNCIA: “RIPARTE L’OPERAZIONE TARDINI CARD”

(Gmajo) – Prosegue la fulminante carriera giornalistica di Angelo Manfredini, presidente del Centro Coordinamento Parma Clubs: dopo essersi distinto quale inviato” del TG 1 per il collegamento con Gigi Buffon che salutava il ritorno in serie A del Parma, ora il Baffo, passando dall’altra parte della barricata, ha fatto l’addetto stampa del club ducale, annunciando che da oggi, martedì 11 giugno 2024, riparte l’operazione Tardini Card.

Del resto, se non si prestava lui a farlo sapere attraverso una nota CCPC, se aspettavamo il club campa cavallo: le linee guida editoriali del Managing Director Corporate Luca Martines, infatti, prevedono che il sito della società non sia più la “Gazzetta Ufficiale”, come tradizionalmente era stato prima del suo arrivo sulla tolda di comando, sicché ora le comunicazioni di servizio arrivano con strumenti alternativi, come, in questo caso, la pagina Facebook del Centro di Coordinamento Parma Clubs.

Prima di proseguire il ragionamento, copiamo qui sotto il dispaccio del tifo organizzato (che i frequentatori del nostro spazio commento han potuto leggere già nottetempo grazie ad Arcobaleno 78 che lo aveva postato, cui va pure il nostro ringraziamento per l’opportuna segnalazione), oggi impaginato anche in una essenziale breve sulla Gazzetta di Parma:

Comunichiamo che dall’11/06 al 14/06 dalle 15 alle 19 riprendiamo a sottoscrivere le Tardini Card presso la Sede del Coordinamento.

Quella del CCPC è senza dubbio una concreta sensibilità nei confronti dei tifosi, a differenza di quella molto teorica della Società, che sovente si prodiga in ringraziamenti ed elogi dei propri supporters, salvo dimenticarsi di loro quando si tratta di evitargli, per esempio (è successo), scomodi viaggi in pullman da lontani paesi del nostro appennino, per venire a sottoscrivere una card, unilateralmente voluta dal Parma Calcio come unico strumento su cui poter digitalmente caricare l’abbonamento, dopo che è stata abrogata (sarà per il green così caro a KK?) la versione cartacea (particolarmente apprezzata dagli antichi obiettori no Tdt) e trovarsi, una volta dinnanzi alla meta, il cartello annunziante la serrata per motivi tecnici.

Quali fossero i motivi tecnici, StadioTardini.it, ve lo aveva rivelato, nel darvi tempestivamente la notizia del portone della Palazzina Maria Luigia chiuso: ossia l’esaurimento dei supporti magnetici, le card appunto, andate fumate dalla grande adesione dei tifosi Crociati, smaniosi, non potendo sottoscrivere direttamente l’abbonamento sino al prossimo 1° luglio (per via del passaggio al circuito VivaTicket), di poter esprimere la propria fedeltà almeno con questo surrogato. Ora che nuove Tardini Card sono state stampate e recapitate in Piazzale Risorgimento, la sottoscrizione in modalità fisica potrà riprendere, mentre quella in modalità virtuale, ossia attraverso il sito www.ticketone.it, non si è mai interrotta.

Da questo pomeriggio (martedì 11 giugno, a partire dalle ore 15.00, sino alle 19), il portone CCPC si riaprirà e le postazioni attrezzate del servizio biglietteria del Parma Calcio, per il coordinamento di Corrado Sani, saranno di nuovo a disposizione degli aficionados vogliosi di dotarsi della propria Tardini Card (ricordiamo che sono soprattutto quelli con scadenza 2019 chiamati a rinnovare e i nuovi sottoscrittori; per coloro che avranno la card in scadenza a stagione in corso, la procedura è ormai consueta e consolidata: ossia appena scade, bisogna recarsi all’ufficio biglietteria del Parma Calcio per l’emissione della nuova, su cui poi viene caricato l’abbonamento: col passaggio al nuovo service facilmente cambierà il costo, attualmente di 8 euro, interamente devoluti al circuito.

Era lecito attendersi un recupero dei giorni persi (circa una settimana) durante la serrata per motivi tecnici, notiamo, invece, che il termine perentorio delle ore 19 di venerdì 14 giugno 2024, resta invariato, senza extra-time a compensare il tempo in attesa del rimpinguamento delle scorte. Gabriele Majo

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

LA TARDINI CARD? UN SUCCESSONE: CHIUSO PER SCORTE ESAURITE

ABBONATO TESSERATO

CAMPAGNA ABBONAMENTI, PERCHE’ A LUGLIO

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

13 pensieri riguardo “MANFREDINI, “ADDETTO STAMPA” DEL PARMA, ANNUNCIA: “RIPARTE L’OPERAZIONE TARDINI CARD”

  • Propongo una colletta e la costituzione di un Comitato per portare Osio e Manfredini dal barbiere. Entrambi hanno ormai oltrepassato la decenza

    Rispondi
  • Ma è mai possibile polemizzare su qualsiasi cosa??!

    Rispondi
    • Ma è mai possibile che una società di calcio non comunichi direttamente ai propri tifosi essenziali informazioni di servizio, facendosi sostituire in una funzione essenziale dal CCPC?

      Rispondi
    • Beh dai, questa è comunicazione basilare per i tifosi.

      Rispondi
  • Da quando manca Carra non funziona niente , l’anno passato il ragioniere ha fin sbagliato a pagare un F24

    Rispondi
  • Luca Pagliari

    Ciao a tutti, chiedo un’informazione di servizio: ho acquistato per me e mio figlio la Tardini card sul sito ticket one, ma non mi è stata proposta la possibilità di farmele consegnare a casa; dove e quando sarà possibile ritirare la tessera fisica? Ad oggi ho solo la versione cartacea.
    Grazie e FORZA PARMA

    Rispondi
    • La può ritirare direttamente alla Palazzina Maria Luigia, sede CCPC, P/le Risorgimento (al pomeriggio tra le 15 e le 19)

      Rispondi
  • Solo da noi na roba del genere va in mano al centro di coordinamento, poi non meravigliamoci dei disguidi e della comunicazione, progetto stadio megagalattico e organizzazione delle tessere che neanche una squadra di paese

    Rispondi
    • Non è esatto. Come ho già scritto non ricordo bene se in un articolo o in un commento, il centro coordinamento ha messo a disposizione solo i propri locali, mentre le operazioni sono a cura dell’ufficio biglietteria del Parma Calcio, per il coordinamento di Corrado Sani.
      Dove la società è stata latitante è il solo aspetto comunicativo, ad ennesima dimostrazione della cura reale che hanno dei tifosi al di là dei blablabla.

      Manfredini ha fatto bene a comunicare là riapertura, quale leader di una comunità di migliaia di tifosi. Ma doveva essere prima il Parma a farlo, così come a comunicare l’interruzione per esaurimento scorte, cercando di prevenire il più possibile I disagi. Cosa che non ha fatto…

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *