mercoledì, Luglio 24, 2024
Fotogallery AmatorialeL'OpinioneNews

LA FOTOGALLERY DI MORELLI SUL PRIMO ALLENAMENTO CROCIATO (E UN RAGIONAMENTO)

(Gmajo) – Approfitto della pubblicazione della fotogallery di Max Morelli che ha scattato, sviluppato e scelto le migliori immagine della prima seduta di allenamento 2024-25 del Parma Calcio, per aggiungere un ragionamento non approfondito nel reportage pubblicato stanotte dal Mutti Training Center, come segnalatomi da una affezionata lettrice, Paola.

Secondo la sua testimonianza, il training di ieri, il primo aperto al pubblico, del preseason non sarebbe finito bene perché la squadra non ha salutato i tifosi, in particolare i bambini che aspettavano. Considerato il caldo, magari ieri tanti, Boys a parte, se avessero saputo che fosse finita così, avrebbero optato per altre mete (al di là dello sciopero dei treni, di cui nel video sopra trovate un video da me girato alla stazione di Parma dove è stato troncato il regionale 17.10 in arrivo alle 21 nella nostra città, da cui non è proseguito per la destinazione finale Milano, mentre a questo link trovate il mio racconto). Insomma, proprio nessuna considerazione per i tifosi.

Secondo la ricostruzione informale del club, invece, i calciatori avrebbero fatto il proprio dovere salutando ad inizio e fine allenamento i tanti tifosi accorsi: probabilmente alcune famiglie con bambini si aspettavano un momento di vicinanza diretta per foto ed autografi, ma va tenuto presente che la seduta non è terminata subito dopo l’allenamento sul campo centrale in erba naturale del settore giovanile del Mutti Training Center di Collecchio, ma ha svolto altre attività nella struttura del Campo 1.

In ogni caso, soprattutto quando si crea una grande aspettativa, poi è un peccato mortale – specie quando ci sono dei bambini di mezzo – cadere nella trappola della delusione. Si tratterebbe di educare gli atleti ricordando loro, che non sempre si sottopongono piacevolmente al rito di selfie, foto ed autografi, che i propri beniamini, gli stessi che a parole ringraziano ad ogni piè sospinto per la vicinanza, ogni tanto andrebbero effettivamente concretamente ricambiati con un piccolo gesto. Per farlo, però, è necessario che ci sia in chi decide i tempi – specie ora che si è lontanissimi dalle pressioni del campionato – che abbia la stessa sensibilità per il tifoso e non solo per esigenze e comodi dei giocatori. Gabriele Majo

LA FOTOGALLERY DI MAX MORELLI

CLICCARE DUE VOLTE SU OGNI SINGOLA IMMAGINE PER INGRANDIRLA

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

6 pensieri riguardo “LA FOTOGALLERY DI MORELLI SUL PRIMO ALLENAMENTO CROCIATO (E UN RAGIONAMENTO)

  • Non è colpa dei giocatori. Per risparmiare nell’ambito della spending reviù arcobaleno 🌈 di Krause (nessuno è alla nostra portata #siamoappostocosi) e anche per inquinare meno e sprecare meno energia l’acqua calda è razionata come nei campeggi ⛺️ ecologici. Quindi appena finito l’allenamento i zaogador si precipitano a fare la doccia o coi selfie si rischia di lavarsi con l’acqua fredda.

    Rispondi
  • #nonèallanostraportata
    #siamoappostocosì
    #parmaallafinilestraper…
    #parmadefilato

    No money no mercato

    Rispondi
  • Mamma mia che povertà di contenuti Davide! Mai pensato di andare a fare il troll per i russi?

    Rispondi
    • Se la povertà fosse nei miei contenuti sarebbe una notizia bellissima. Il problema è che la povertà c’è, trasuda ed è evidente anche ai ciechi dentro al Tomacca Traininig Center. Mai visto un profilo così basso e micragnoso manco a Frosinone. No ritiro, maglie vecchie, campagna abbonamenti che sembra una questua, mercato inesistente, allenatore che non c’era e non si sa se ci sarà, pseudo dirigenti che sparano cazzate a raffica, procuratori singalli con mercedesi che decidono loro di rinnovi o altro. Sembra che siamo retrocessi e non tornati in serie A. A Cremona e Palermo sembra di essere al PSG al confronto. E mi auguro di sbagliarmi ma come sempre temo di no. E sarà un disastro già annunciato. Altro che Ampollini e soci a voler gettare fumo e cazzate

      Rispondi
  • Luca Battaglia

    secondo me gli tiri una sfiga alla Cremonese e al Palermo….come lo scorso anno ……

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *