Ceravolo, Belva ferita. Nota del Parma: “Lesione da avulsione miotendinea degli adduttori di destra e dell’aponeuresi comune con il retto addominale omolaterale”. Si valuta l’opzione chirurgica

23 Ott 2017, 16:00 54 Commenti di

ceravolo, belva ferita(www.parmacalcio1913.com) – L’attaccante crociato Fabio Ceravolo ha svolto questa mattina una risonanza magnetica che ha evidenziato una lesione da avulsione miotendinea degli adduttori di destra e dell’aponeuresi comune con il retto addominale omolaterale. L’attaccante in precedenza era stato fermo per un problema miotendineo dell’adduttore lungo e una sofferenza all’osso pubico destro, avuti nella precedente esperienza a Benevento.

Lo staff tecnico prima di impiegarlo dal primo minuto nella gara contro l’Entella l’aveva monitorato per una condizione atletica ottimale, valutando giorno per giorno la sua crescita ed il riassorbimento del problema che lo aveva tenuto fermo inizialmente, e i dati GPS della sua gara fino al momento dell’infortunio erano tra i più positivi. Purtroppo il contrasto con un avversario ed il successivo movimento di torsione dell’atleta ha contribuito all’evento lesivo. Lo staff medico del Parma sta valutando anche la possibilità di un intervento chirurgico. Per il momento il calciatore ha iniziato sin da domenica un protocollo riabilitativo conservativo. Al giocatore va ovviamente l’augurio di pronta guarigione: forza Fabio, ti aspettiamo!

News

Autore

Stadio Tardini

54 Commenti a “Ceravolo, Belva ferita. Nota del Parma: “Lesione da avulsione miotendinea degli adduttori di destra e dell’aponeuresi comune con il retto addominale omolaterale”. Si valuta l’opzione chirurgica”

  1. Ciccio7 says:

    Diciamo addio alla belva…sembra un infortunio molto grave!

  2. Alessio says:

    In effetti l’avulsione è un bel casino… Per non parlare della aponeuresi… E poi è meglio essere etero-laterali che omo-laterali…

    Mi sembra un po’ come quei dottoroni dell’800 che spaventavano i pazienti riempiendosi la bocca con parolone…

    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

  3. Artemio says:

    mangia come scrivi…

  4. Pietro says:

    Mah…a gennaio riprendiamoci Lescano!!!!!! Evvaiii

  5. LiZhang says:

    Eh io pago…

  6. Gabriele says:

    Nello sforzarsi di non dire nulla sulla prognosi trincerandosi dietro alle valutazioni in corso (magari il comunicato si poteva fare dopo) è scappato che i problemi li aveva già al benevento.
    Dispiace molto per il calciatore, lo stimo
    Ok dai fino a gennaio senza punta poi speriamo che festeggiando un anno al parma faggiano riesca nell’impresa di acquistare un centravanti decente e sano

  7. pencroff says:

    ah ecco, ora ho capito!
    Linguaggio chiaro con parole semplici, retto addominale omolaterale eh? Tutta colpa dell’avulsione miotendinea degli adduttori di destra e, non lo si dimentichi, dell’aponeuresi che ci ha messo del suo

  8. LG says:

    Magari porta fortuna avere solo Calaio come punta, l’anno scorso ci ha portato la promozione.
    Scherzi a parte occorre inventare una alternativa…
    Sempre e solo forza Parma

  9. Marco says:

    Stefano notizie riguardo al closing ?

  10. Paolo says:

    Il closing è previsto il 3. Ma i cinesi non sono molto contenti dei conti che stanno trovando. È un po’ tutto in divenire.

  11. Luca says:

    Cioè? Si è completamente sfasciato i muscoli?

  12. Pencroff says:

    I più intellettuali tra noi la chiamano “due diligence” (i conti, non i muscoli di Ceravolo). Ci risiamo, scoprono solo dopo che i conti sono deludenti?
    Perchè non si sono rivolti preventivamente al dottor Davide che Sa tutto?
    O al prof. Jdm che ne Sa ancor di più?

    • jdm says:

      cazzo vuoi dare le perle ai porci (cit)

      ti ha risposto Stefano che non sara’ un professore pero’ e’ pragmatico

  13. STEFANO says:

    Confermo quanto scritto da Paolo
    L’amministratore delegato della Desports sabato scorso è andato via molto preoccupato. Non certo per i problemi di D’Aversa o la mancanza dei gol su azione.
    E’ un problema di Due diligence fatta male? Non credo.
    Si risolverà tutto? Spero, del resto non sono stati obbligati a comprare il Parma nè sono stati costretti a lasciare la gestione in mano ai vecchi dirigenti, rinviando il closing per oltre 4 mesi.
    Penso che siano stati spesi troppi soldi l’anno scorso ( chiuso il bilancio a – 7 mln come scriveva Davide) vengano spesi troppi soldi quest’anno ( quasi 20 mln) e ci siano troppi oneri per i riscatti l’anno prossimo. Io sono sicuro solo di una cosa : le trasmissioni come quella di Teleducato di ieri sera mi fanno ridere e pensare che a Parma ci meritiamo di saltare ciclicamente. Si parla di comprare giocatori a raffica , di cambiare allenatore e non ci si accorge di nulla, salvo fare poi gli scandalizzati. Stiamo a vedere

  14. albano says:

    se la partita a pochi dal termine ha un buon risultato è tassativo mettere in campo frediani o Mastaj per qualche minuto.
    bisogna urgentemente cercare una alternativa a Calaio’ per dargli respiro.
    il piano b ma va provato in allenamento e in questa fase non andrei a cercare ulteriori cambiamenti Baraye in mezzo (il finto 9).
    poi c è sempre il piano c (che pare impossibile) cambiare modulo.
    Ceravolo non lo vedremo a breve ed è più facile che a gennaio arrivi un altro.
    …a meno che non mettiamo il Capitano come punta!!!

  15. Simone T. says:

    E quindi anche quest’anno la gestione finanziaria del club è deficitaria? Non è servito quello che abbiamo passato?
    Io spero che Stefano non sia ben informato, perchè la situazione sarebbe veramente paradossale. Che il bilancio sia in passivo ci sta, ma che lo sia in tal modo da far vacillare i china lo trovo veramente grave. Ricordiamoci che comunque ora come ora dovrebbero essere dentro al 30% e quindi acne loro dovrebbero partecipare alla gestione finanziaria del club. E adesso saltano fuori??

  16. LucaB says:

    Grazie STEFANO per gli aggiornamenti

    Immaginavo già che a -10 dal closing , ora che il governo Cinese ha dato via agli investimenti esteri e che quindi non ci sono più quelle scuse in ballo, la verità saltasse fuori, era ora !!!

    Quindi ricapitolando :
    5% che i Cinesi ci comprano entro il 13 Dicembre
    0% che Ceravolo quest’anno torni in campo

    90% di andare ai Playout (a questo punto io lo spero visto che le alternative sono quelle di ricominciare dalla D…)

  17. Robin Hood says:

    Della forte perdita di bilancio dell’anno 2016-2017 lo sa persino
    mio zio che ha 90 anni.
    Se poi ci si vuole tappare le orecchie e sognare di ritornare
    ai vertici come anni fa…bhe sono cavoli vostri.
    Quanto meno fatevi una domanda:
    come mai i 7 milionari han ben pensato di vendere dopo due anni
    scarsi…al primo passante?
    Se sfortunatamente questi talentuosi cinesi non saranno in grado
    per diverse problematiche di rilevare il restante 30%
    i 7 milionari che fanno? Aprono il portafoglio? Non credo proprio.
    Auguriamoci di andare dritti dritti in A, altrimenti è notte fonda!!!

    • Alessio says:

      Vorrei capire: da un lato questa gestione è accusata di “piocioneria”, dall’altro di aver speso parecchio, sì da procurare perdite di bilancio di cui lo zio di Robin Hood ha certezze, beato lui, che io ad esempio non ho e mi crogiolo nei dubbi…

      Quello che è chiaro è che – dato in calcio nelle natiche al biologismo e con esso alla vera storia del Parma – da dodici mesi a questa parte la “modalità di gestione” è molto simile a quella che ben conosciamo del vecchio Parma (acquisti con pagamenti differiti), con la differenza che il vecchio proprietario, quando si è trattato di metterci i denari, ci ha messo i bastoni. I Magnifici 7, come li magnificava Scala, non penso che si faranno altrettanto compatire, per cui qualora dovessero esserci problemi con i Cinesi, toccherà a loro far fronte, ricordando che un loro uomo, l’amministratore delegato Carra, ha avallato tutte le spese di Faggiano (che a differenza di Leonardi non ha poteri di firma).
      Per tutti coloro che si scandalizzano per il disavanzo di gestione: è chiaro che se affronti spese considerevoli (a fronte di entrate minori) ti trovi (esattamente come successe al Magico Duo) ad avere un passivo. Poi, se il passivo lo copri va bene, se non lo copri capita quello che è successo due o tre anni fa. Se i 7 sono stati così furbi da trovare chi pagasse per loro questo indebitamento per le spese considerevoli affrontate (al di là degli extra budget pesano il “ribaltone” e i mega acquisti successivi, delle due faraoniche campagne acquisti) buon per loro: ma se il meccanismo si dovesse inceppare è chiaro che ne risponderebbero alla comunità non solo moralmente. Ricordiamoci, però, che 11 milioni dalla Cina sono già arrivati (anche se probabilmente pure spesi) e quindi, in ogni caso, l’affare ha dato i suoi frutti anche se ci dovesse essere qualche problema finale.
      Però è inutile star qui a scandalizzarsi per il rosso di bilancio quando noi tifosi per primi chiediamo continuamente degli extyra budget per cacciare l’allenatore. L’azzardo di un anno fa (il repulisti di Scala & C.) ha premiato Ferrari e soci, visto che è arrivata la Promozione, anche se sappiamo bene come. La formula per affrontare la B è stata uguale a quella per conquistarla: spese imponenti per garantirsi il più possibile il successo sportivo sul campo, non tanto per la gioia di andare in serie A, ma di raggiungerne i ricchi proventi televisivi. Tutto sta a vedere se questo gioco d’azzardo, con una buona dose di fondoschiena, va a buon fine un’altra volta. E se spendono quei fessi dei cinesi per far fare bella figura a Ferrari & C. è un altro discorso.

      http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

  18. Simone B. says:

    L’unica cosa certa è che a Faggiano non verrà rinnovato il contratto…

    L’unica alternativa e fare giocare Frediani centravanti per dare un pò di respiro a Calaiò…ma nn stasera…
    stasera in campo i migliori 11 poi con l’avellino c pensiamo…

    • Alessio says:

      E questa certezza chi la dà, di grazia?

      Faggiano, come tutta la divisione sportiva, si gioca le sue chance con la promozione. Non a caso, con l’avallo del potere di firma di Carra (il quale si è assunto erga omnes anche le sue responsabilità), ha speso parecchio per inseguire quell’obiettivo non dichiarato a parole, ma ben evidente nei fatti. Qualora non dovesse arrivare la promozione credo che l’addio di Faggiano non sarà la preoccupazione maggiore…

      http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

  19. Davide says:

    Comprare alla mezzanotte dell’ultimo giorno porta a questo. Ma tanto è inutile è la prassi degli straccioni italiani. Comunque i piocioni non hanno lasciato i conti in ordine e i cinesi da bravi cinesi sono un pochino incazzati. Diciamo che il fior fiore dell’industria locale non ha particolarmente brillato. Ma d’altronde la presia di mollare tutto (vedi Ferrari) era troppa per fare le cose a regola d’arte.

    • Alessio says:

      Io non mischierei le cose: se i Cinesi (sempre ammesso sia vero) non stanno trovando i conti in ordine non è per colpa (o solo per colpa, per essere più precisi) di un acquisto fatto alla mezzanotte dell’ultimo giorno.

      I cinesi, senza che nessuno puntasse loro una pistola alla gola, si troveranno a pagare, per liberissima scelta, quanto speso da 12 mesi a questa parte per l’obiettivo di riportare il Parma dove tutti vorremmo fosse.

      Se i Magnifici 7 sono stati furbi a trovare chi sostenesse per loro queste spese direi che sono stati bravi o furbi. nonché fortunati, perché siamo rimasti in suspance fino all’ultimo respiro per sapere se l’investimento (chiamiamolo così) di cacciare i “biologici” e di tornare a seguire un modello di gestione classico del calcio, dava frutto.

      Lo schema seguito in estate è il medesimo dell’inverno scorso. Con la differenza che Faggiano ci ha messo ancor più del suo (tanto firma Carra…) per fare una rosa “monstre”, consapevole che si gioca il futuro qui con la promozione.

      Se ha sbagliato l’acquisto all’ultimo secondo di Ceravolo (non so se sapeva che fosse rotto, e i comunicati di questi giorni o le dichiarazioni non credo facciano testo perché sono ricostruiti ex post) ci può anche stare, giacché ha dovuto rimediare alla situazione, imprevista, di Caputo. Egli, infatti, era certo di poter riavere il calciatore che aveva scoperto e lanciato, ma evidentemente con Gozzi sono emerese problematiche per la gestione diretta dell’operazione senza passare da lui. Il problema non erano i soldi, comunque poi egualmente spesi per la Belva (tanto pagano i cinesi, tanto firma Carra…).

      Però, proprio tu, Davide, da una parte li battezzi piocioni, dall’altra, se han speso, parli di conti non in ordine. Tu sai benissimo che se le entrate non sono superiori o eguali alle uscite non c’è equilibrio. Eppure proprio tu “perculi” Barilla & C. se non fanno il passo più lungo della gamba. Poi, se lo fanno, non va bene perché spendono. Insomma mi sembri un po’ bipolare, senza offesa…

      http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

      • Luca P. says:

        Condivido pienamente la tua analisi Alessio.
        Non possiamo sempre criticare la societá di piocioneria e poi cadere dql pero quando emergono problemi di bilancio. È chiaro che se le entrate non superano le uscite si va in difficoltá, ma bisogna considerare tanti altri dettagli E state tranquilli che la nostra societá non è x nulla sprovveduta .

        cmq da Suzhou le notizie nn sono così drammatiche come qualcuno sostiene…ci sono alcuni problemini ancora aperti e tante cose che sono andate a posto negli ultimi giorni ma nulla di preoccupante.

        • jdm says:

          a me risulta che il contratto sia stato depositato alle 21 dell’ultimo giorno ,
          ma il concetto non cambia ,purtroppo la gatta frettolosa fa i gattini ciechi

      • lorenz says:

        E aggiungo che Ceravolo non è stato acquistato l’ultimo giorno ma nella mattinata del giorno prima, quindi…

      • jdm says:

        dai non fare il falso l’ingenuo ,e’ proprio perché non ne voglion tirare piu’ fuori che han venduo il bar parma ai cinesi ,o almeno ce stanno a prova’ su dai eh un po di maruga

  20. morosky says:

    Buongiorno Alessio, la ritrovo sempre ben volentieri ma, mi chiedo una cosa . come fa ad essere così bene informato ?
    O da senbrare tale ?
    In effetti, le sue parole equilibrate e le numerose situazioni esposte , quindi conosciute, danno un idea di persona informata dei fatti ( ce ne sono parecchi anche nei parchi o zone limitrofe la pilotta..) ..
    come mai queste immense certezze ??
    io la leggo sempre con grande piacere ed interesse, ma oggi mi pare che abbia superato se stesso !!
    complimenti signor Alessio
    Morosky

  21. Alessio says:

    Ho le stesse immense certezze sue, di Davide, di Stefano, di Robin Hood etc etc.

    Vorrei partecipare al suo concorso, se è ancora valido: stasera il Parma vince e il gol su azione sarà ancora di Calaiò, anche se ci sono molti che hanno la certezza che sia infortunato pure lui, e questa chissà come se la sono inventata…

    Alla salute

    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

    • Douglas says:

      Io dico Parma vince 0 a 2. …goles di Calaio e Nocciolini. ….
      Spero che Mauro tiene tuttavia il concurso

    • morosky says:

      Buona l’idea del concorso ma, per stasera, è tardi …
      io dico che il punteggio sarà 1-2 …
      quantomeno lo spero ..
      io non ho certezze, parlo di tattica molto volentieri, di formazioni ma, ci sono cose e situazioni che noi “esterni” non possiamo sapere : lei è un interno di centrocampo ?

      No, Calaiò non mi risulta sia infortunato, non mi è arrivata nessuna voce da Collecchio , ieri era a porte chiuse ..domenica ho mangiato le castagne ( anche quest anno ci sono riuscito…con un buon rosso fermo ..)
      alla sua di salute Alessio

  22. Davide says:

    Piano io dico una cosa diversa. Io valuto positive le spese e stimo chi spende. Critico chi spende scaricando le spese su chi verrà che è quanto fatto in estate. Mi sembra che in generale questa cessione sia stata una roba fatta male, gestita male e comunicata male. Ovviamente spero di sbagliarmi e che tutto sia in realtà un successo.

  23. Robin Hood says:

    Caro Alessio,
    non mi scandalizzo per il rosso in bilancio….
    ma come sono stati spesi…esempio:
    – l’anno nei dilettanti si è speso ben 500.000 eurini
    in divise e abbigliamento da calcio.
    mi chiedo se il Lentigione calcio ha speso così..
    (tanto è vero che uno dei soci le produce ste “magliette”).
    – l’anno della lega pro e precisamente l’anno scorso
    si è arrivati ad una perdita di circa 5 miioncini di euri.
    confermando quasi tutti i giocatori , dai pensionati ai muratori,
    con contratti biennali…vedi GIORGINO.
    Questa è stata la grande gestione dei nostri “salvatori”.
    Ma per favore….

    • Alessio says:

      Quello che viene scritto nei bilanci è sempre molto “ufficiale”, poi la realtà alle volte è un’altra cosa. Anni fa c’era scritto, se non ricordo male, che erano stati spesi 6 milioni, in una stagione, per il Settore Giovanile, e quando in televisione Majo ne chiese conto a Palmieri ricordo bene come questo trasalì. Con questo non voglio dire che i 500.000 eurini non siano stati spesi per divise e abbigliamento calcio, ma proprio perché uno dei soci ne è il produttore può essere che le cifre siano in relazione anche all’accordo di sponsorizzazione in essere.

      Il Lentigione non so quanto spenda in abbigliamento, però è una società che si presenta sempre molto ben ordinata. Però va da sé che un conto è il Lentigione e un conto il Parma: cioè non si possono fare paragoni tra realtà così distanti. Se no verrebbe da dire che la Juve, il Milan e l’Inter hanno conti diversi da quelli delle altre squadre di A, sia come entrate che come uscite.

      Quindi prima di scandalizzarsi per un rosso in bilancio è bene documentarsi e non fare i populisti o gli indignados senza essere un minimo documentati sulla materia.

      Il ragionamento sulla gestione sportiva è molto ampio e articolato, ma la somma indicata non è relativa all’operazione Giorgino (che comunque segnò i gol decisivi dell’annata passata) quanto ad altre successive, le stesse che ci han fatto incoronare per due sessioni di fila quale squadra regina del mercato. O paperona…

      I nostri salvatori, nonostante Davide li tacci di piocioneria, non hanno lesinato risorse per farci fare, come direbbe Morosky, dalla D alla A in tre anni, magari azzeccando qualche acquisto, magari sbagliandone qualcun altro. Certo puntando su calciatori già “fatti” e attrezzati per la categoria, senza “scommesse” stile Pescara.

      Che poi l’investimento (o spesa) lo passino ai Cinesi è una geniale trovata di Ferrari & C. Ferrari è uno “startappista” ee se gli riesce di cedere il Parma in due anni dopo due promozioni, magari guadagnandoci, o comunque non rimettendoci, non si può che dirgli bravo e glielo dovranno dire anche i suoi soci.

      http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

  24. Simone T. says:

    Azzo quanto ottimismo…a sentire certe disamine sembra che siamo prossimi al fallimento. Che volete che vi dica, speriamo vi sbagliate!

    • jdm says:

      ma quale fallimento ma smettila,oh a ghe gnent da fer le dura capirol ,folza palma !

    • Alessio says:

      Non so se ti riferisci a me, ma non credo, nei miei post, di aver scritto che siamo prossimi al fallimento. Direi forse il contrario. Così come penso sia abbastanza chiaro a tutti noi che da un anno a questa parte la proprietà si sia impegnata in spese superiori alle entrate per perseguire l’obiettivo di riportare il Parma dove a parere di tutti noi deve stare. Un vero e proprio cambiamento di rotta rispetto alla politica dei conti in ordine (biologia). Un cambiamento che la cicala Davide ha apprezzato, pur continuando a dare dei piocioni ai Magnifici 7, che però han smesso di fare le formichine, se hanno avallato direttamente o tramite chi da loro delegato l’operato della direzione sportiva senza portafoglio di Faggiano

      http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

  25. Simone T. says:

    Si ok, però si è anche detto che se non si dovesse raggiungere l obiettivo quest anno sarebbe un bel problema, e non sportivo da quello che ho capito. Oppure ho capito male?

  26. morosky says:

    Ben detto Alessio, ma lei mi sa che la sappia veramente lunga in quanto vedo che è informato, ne mastica e scrive cose interessanti ma, soprattutto, VERE : che siano vere lo posso confermare da alcuni numeri e situazioni snocciolate ..visto che pure io ho alcune fonti amiche e, proprio per questo, certe cose non le scrivo, le acquisisco per corretta mia informazione ma, non le divulgo in quanto non sarebbe corretto, mi capite vero ?

    Io non so come andranno a proseguire e finalizzarsi gli affari coi cinesi ma so che, come ha citato sia Alessio sia qualcun altro, i 7 MAGNIFICI 7 hanno apportato capitali e acquisito risultati ( 2 promozioni ) hanno dato via libera per due mercati importanti ( come scritto dai precedenti commentatori ) e, giustamente sono andati in over budget sotto l’aspetto dei costi: visto che ne sono ancora loro i responsabili in solido, mi pare che non ci sia molto d preoccuparsi …il debito dei pagherò credo che, al momento giusto verrà saldato, le cose, sportivamente parlando, possono solo migliorare e quindi, riempite il mezzo bicchiere vuoto, fatelo diventare quasi pieno, fino all’orlo e brindiamo ad un nuovo inizio, un percorso che potrebbe iniziare da Foggia, squadra pericolosa che ha una classifica non veritiera rispetto a come gioca ( bene )..
    fanno e incassano maree di gol …una media partita, fatti/subiti di …41 su 10 gare, oltre 4 gol a partita come media …
    ne hanno fatti 17 e subiti 24 quindi, 0-0 stasera scordatevelo ….
    un bel 1-2 mi andrebbe a pennello…sblocchiamo su palla inattiva e poi diamo soddisfazione ad Alessio col raddoppio di Calaiò….
    un gol lo prendiamo ( come da abbonamento Serie.B con te. 2017 2018 ) e tanti saluti alla Leotta..gran bella m..armotta …!!

  27. Davide says:

    Il problema è che i piocci hanno venduto ad altri piocci. Le gestioni cinesi ovunque in Europa fanno schifo. Mettono pochi soldi e spremono ogni euro. Qui poche balle Ferrari e soci non hanno cercato come in modo falso dichiarano il miglior compratore ma il primo che ha bussato alla porta.

  28. Gabriele says:

    Qualcuno pensava anche di essere in pari? se inizi da zero, senza giovani da promuovere in prima squadra e,soprattutto, con l’obiettivo promozione è normale che spendi piu di quanto guadagni.
    Per me è stato giusto farlo in lega pro mentre quest’anno sarebbe stato meglio optare per il consolidamento che tanto ha fatto storcere il naso quest’estate ai tifosi.
    Resta il fatto che chi ha preso il parma dopo il fallimento e chi lo vuole prendere ora deve dare per scontato che occorre investire per salire di categoria o comunque far crescere la società, a me sta storia che i cinesi abbiano da ridire sui conti non convince molto, ma non mi convincevano tante altre cose.
    Tanti ottimisti per stasera fa piacere, occorrerà carattere troveremo una bolgia e una squadra coraggiosa, forza parma

  29. Simone T. says:

    Mah oddio…Milan e Inter mi sembra smontino un tantino la tua tesi

  30. Robin Hood says:

    Alessio24 ottobre 2017 alle 16:10
    “Quello che viene scritto nei bilanci è sempre molto “ufficiale”, poi la realtà alle volte è un’altra cosa.”
    Scusami Alessio allora è PEGGIO…
    Non voglio nemmeno pensare a dei Bilanci “non veritieri”….
    Morosky:
    ” i 7 MAGNIFICI 7 hanno apportato capitali e acquisito risultati ( 2 promozioni ) hanno dato via libera per due mercati importanti ( come scritto dai precedenti commentatori ) ”
    Hanno apportato capitali? Direi piuttosto
    dei gran debiti…
    che solo e dico solo i cinesi potranno ripianare.
    Sarei stato capace pure io di spendere 5 milioni…..
    non ci vuole mica un genio……
    Vi ricordo che a libro paga ci sono ancora il duo piadina
    e il mister biologico. Sono stati rinnovati contratti con giocatori,
    bolliti e mediocri,che in questa categoria non sono nemmeno in grado di pulire i bagni di collecchiello….
    Parma isola felice: tutto può succedere e tutti sono felici….

    • Alessio says:

      Mi fa piacere se prendi ad esempio il mio pensiero, però vorrei mi citassi per intero, percché la frase, tolta dal contesto, e messa lì così comee hai fatto tu sembra, appunto, un allusione a falsi di bilancio. Io avevo anche aggiunto:
      ” Con questo non voglio dire che i 500.000 eurini non siano stati spesi per divise e abbigliamento calcio, ma proprio perché uno dei soci ne è il produttore può essere che le cifre siano in relazione anche all’accordo di sponsorizzazione in essere”.
      Quindi, per capirci: se uno è contemporaneamente socio, sponsor e fornitore le poste di bilancio da te citate possono anche non essere relative alla sola fornitura di materiale sportivo, ma tenere in considerazione il dare-avere per la sponsorizzazione tecnica, ad esempio.

      Sul discorso dei soldi spesi per la gestione sportiva dai Magnifici 7 vale anche per te il ragionamnto che ho fatto a Davide: non ci si può da lamentare di “piocioneria” e contemporaneamente dar loro degli spendaccioni. O l’una cosa o l’altra. Secondo me i piocioni han smesso di essere piocioni quando hanno bruscamente divorziato dai Biologici. A parte che anche prima avvano speso, perché Calaiò ed Evacuo erano stati presi da Minotti e Galassi, magari con Scala che si turava il naso… Comunque se fino al Novembre scorso nella mission societaria c’era il non aver fretta e i conti a posto al primo posto, dopo l’epurazione di Scala & C. non è più stato così. Al primo posto è salito l’obiettivo “promozione” per raggiungere il quale non si sono limitati nelle spese.
      Penso poi che non ci si possa oggi lamentare del fatto che siano ancora a libro paga Minotti ed Apolloni e nello stesso tempo invocare che vengano cacciati d’Aversa e Faggiano. Se i conti della passata stagione sono in rosso o comunque sballati rispetto al budget iniziale è perché i 7 Soci tutti più o meno d’accordo avevano deciso di staccare la spina biologica ed alternativa per performarsi al vecchio modo di fare calcio, cioè spendendo. Spendendo anche di più di quanti si poteva ricavare nella stagione corrente, salvo, con il passaggio alla categoria superiore, avere introiti maggiori. Ed è per questo – e qui rispondo anche a Gabriele – che anziché il consolidamento a parole di Faggiano si è programmato di salire ancora, perché se è vero che in B ci sono maggiori introiti che in C, in A ci sono maggiori entrate che in B. E quindi l’azzardo di spendere ben di più dei ricavi correnti in B è perché fan gol quelli distribuiti in A.
      http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

  31. Manuel Parma says:

    Quindi..fatemi capire…stiamo fallendo di nuovo??? Non abbiamo imparato nulla dal disastro precedente??

    • Alessio says:

      Ciao Manuel,

      io invece vorrei capire da cosa nascano tutti questi timori.

      Non ci sono, secondo me, imminenti pericoli di fallimento, perché credo che, a differenza del passato, ci sia al momento una proprietà forte economicamente e moralmente affidabile che non credo abbia intenzione di farsi compatire.

      Questa proprietà sta cedendo il pacchetto di maggioranza ai cinesi, ma penso sia di garanzia il fatto che restino all’interno del pacchetto azionario, e poi il board, fino alla fine stagione, è sostanzialmente lo stesso della rifondazione.

      Nei miei commenti precedenti ho solo evidenziato come da un anno a questa parte sia cambiata la filosofia, passata dalla biologia di Scala, a un classico metodo di fare calcio, che tra l’altro è quello che più piace ai tifosi che godono avere una proprietà che spende.

      Quelli che Davide chiama pioccioni hanno in realtà speso (ai loro occhi: invstito) parecchio sia a Gennaio che in estate. Se ci sarà l’agognata promozione ci sarà da godere, in caso contrario da patire, perché i contratti dovranno essere onorati.

      In passato tutti abbiamo goduto dei Giovinco e dei Cassano (che per Ghirardi erano come i Thuram, Cannavaro, Crespo, Buffon e compagnia bella di Tanzi): oggi c’è chi vorrebbe Pepito (lasciamo perdere che non si può per gli Over…) o altri nomi altisonanti, pensando che quelli che ci sono ora (già un lusso) non vadano bene. In questo senso la lezione non è servita. Ma da qui a pensare a un pericolo di fallimento ce ne vuole…

      http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

  32. Manuel Parma says:

    Ok Alessio grazie:) io non so tu da dove prenda queste informazioni, ma sembri molto ferrato in materia. Quantomeno mi hia parzialmente tranquillizzato. Direi meglio 5 anni in B che fare come 4 anni fa, no? Aspettiamo questi cinesi insomma….

  33. Simone T. says:

    Però Alessio non hai risposto al mio dubbio.
    Quando dici che se non raggiungiamo la promozionale ci sarà da patire. O dobbiamo stare tranquilli o ci sarà da partire, non credi? In questo caso mi sembra che anche tu ti stia contraddicendo

    • Alessio says:

      Patire non è sinonimo di fallire…

      In più, in questo momento, con il passaggio ai cinesi in corso non si possono avere le idee chiarissime sul futuro. Il mio ragionamento si basa sull’attuale assetto e sulla sostenibilità economica delle operazioni effettuate.

      Se ti può consolare ci sarebbe stato da patire anche se in Semifinale le cose non fossero andate in un certo modo: la promozione premiò l’azzardo dell’azzerramento della biologia e del supermercato invernale. La filosofia estiva è la stessa. Speriamo anche il risultato.

      http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

  34. Lukfur says:

    Ammesso e non concesso che quello che qualcuno “ben informato” narra, un pò di rosso in bilancio non credo sia drammatico, e soprattutto inaspettato. Comunque se i pagherò di Faggiano pesano troppo sulle gestioni dei prossimi 2 o 3 anni la soluzione è quella di incrementare le entrate. Dato che la fonte principale di introiti sono i diritti televisivi… URGE ANDARE SUBITO DIRETTI IN SERIE A.
    Pertanto se vogliamo salvare la società, bisogna: CAMBIARE MISTER ED INGAGGIARE GUIDOLIN, SFOLTIRE LA ROSA A GENNAIO, RESTITUIRE CERAVOLO AL BENEVENTO (con i risparmi si pagherebbe l’ingaggio di Guidolin per 2 o 3 anni), riprendere dai prestiti Adorni Lorenzo, Lescano, Simonetti e dalla primavera Mastaj (vice Calaiò).

  35. Simone T. says:

    Continui a non dire cosa intendi x patire. Ok,non vuol dire fallire,e quindi? Vendere e ripartire dai giovani? Ripianare i debiti e cercare un altro cinese?

  36. Simone T. says:

    Teniamo presente che non è così semplice riuscire a centrare l terza promozione di fila,e quindi c è da prendere in seria considerazione tale ipotesi.

  37. Gian Marco says:

    Tirate tutti un bel respiro ed un Po di pazienza….ci vogliono 9 mesi per partorire…a tutti un bel sigaro e godiamoci lo spettacolo che ci propineranno .
    La squadra da segni vitali importanti per la À io ci credo , per il resto rimango in silente attesa