CARMINA PARMA, di Luca Savarese / MAL COMUNE PER BARI E PALERMO, INTERO DI GAUDIO PER I CROCIATI…

08 Apr 2018, 10:00 1 Commento di

Luca Savarese(Luca Savarese) – Finisce con Totò ed il suo pargoletto che vanno a ricevere il tributo in mezzo al campo e con la tutta la squdra sotto la nord che fa una ola convinta, come di chi, dopo tante alte maree, vede che la direzione del vascello Parma, è quella giusta. Dopo aver travolto il Palermo, ecco i due ganci made in Totò Di Gaudio che mandano al tappeto il Frosinone. Due scalpi di lusso, sesta vittoria nelle ultime sette e soli meno due punti dal secondo posto, occupato dai rosanero, che significa promozione diretta. Si, dalle parti del Tardini e dintorni, si sta scoprendo la continuità, sconosciuta per lunga parte della stagione e divenuta, ultimamente, il nuovo marchio di fabbrica della D’Aversa band. Come se tutti i componenti della rosa non volessero, ora,perdersi più nulla. Adesso si, che non si molla niente. Daniele Barone a Sky si complimenta con D’Aversa per la 100 in B e perché ha visto un Parma maturo. “Abbiamo speso tanto contro un avversario molto forte, si la squadra è stata matura”. Risponde il mister, che ha anche parole per l’hombre del partido: “Totò ha fatto una gara bellissima, risultando in ogni situazione una spina nel fianco. Il nostro obiettivo è di pensare ad ogni singola partita, perché a volare alti quando poi si casca, ci si fa male, e siccome ci siamo già passati, lavoriamo in questa maniera”. D’Aversa sembra una sorta di Icaro salvato per il rotto non della cuffia ma delle ali. Quando stava per bruciarsele, non solo ha mostrato la resilienza dei forti ma ha trasmesso nuovo fuoco alla truppa. Il tecnico abruzzese oltre alla doppietta di Antonio Di Gaudio, riceve un regalino, inatteso, i complimenti dell’allenatore empolese Aurelio Andreazzoli, sempre nel salotto buono del post partita skyano: “Mi piace D’Aversa perché nei momenti difficili ha sempre mantenuto il controllo”. Il diretto interessato ringrazia, porta a casa e guarda già lontano: per lui il Chi si loda s’imbroda, sembra non funzionare, per la sua dura cervice perché anche nei momenti in cui il parco giochi Parma stava prendendo strane rotte, lui si è sempre aggrappato forte alla sua altalena, la sua panchina. Aiutato, certo, dai suoi giocolieri. Contro il Palermo ha fatto tutto il palermitano Calaiò. Contro il Frosinone fa tutto l’altrettanto palermitano Antonio Di Gaudio. Dieci anni fa giocava nella Virtus Castelfranco, provincia di Modena, primo capoluogo dei suoi sogni pallonari ed avversario affrontato anche dal Parma nella sua catabasi nella quarta serie. Da lì spicco il volo nella vicina Carpi e quindi, l’estate scorsa, eccolo approdare a Parma. Corre con l’umiltà di chi si è conquistato tutto quello che ha e, se lo divora con gli occhi. Ogni tanto, va detto, sembra il generale romano Quinto Fabio Massimo detto il temporeggiatore, quando, sulle fasce, cincischia un po’ troppo e la palla gliela levano in fretta. Oggi no, nessun tentennamento ma lo sprint di un’auto da rally. Prima un sinistro di sostanza, poi un destro leggero. L’orologio non aveva ancora passato il giro della prima mezzora e il Parma aveva già colpito due volte il Frosinone, non proprio l’ultimo arrivato. Aveva fatto tutto e questa volta con la fretta giusta, Totò Di Gaudio. In fondo lo dice anParma Frosinone soto la Curva Nordche Dante: “Perder tempo a chi più sa più spiace”. E il Frosinone? Il vincente giocattolo di Longo si è inceppato in lungo e in largo sul prato dell’Ennio. Giocate ovvie, nessuna geometria, profondità zero. Il Parma ha disinnescato i gialloazzuri laziali, non facendolo essere quello di sempre, ma anche i frusinati ci hanno messo del loro. Dionisi senza Ciofani sembra un bambino al quale hanno sottratto il fido compagno di banco e tutto il Frosinone si perde come un pittore cui proprio en plain air, hanno sottratto l’attrezzo più importante, il pennello. Il Parma, il suo, lo sta affinando gara dopo gara. Gli ultimi dipinti, non sono niente male. Luca Savarese

Carmina Parma, In Evidenza, News

Autore

The author didnt add any Information to his profile yet

1 commento a “CARMINA PARMA, di Luca Savarese / MAL COMUNE PER BARI E PALERMO, INTERO DI GAUDIO PER I CROCIATI…”

  1. Luca says:

    Con queste 2 vittorie contro 2 delle favorite per la promozione diretta abbiamo dato un bello spavento al campionato. Abbiamo fatto vedere che ci siamo anche noi quando tutti ci credevano morti. Davanti nessuna potrà più permettersi un passo falso perchè noi saremo là ad approfittarne.

Commenta o rispondi (ricorda il numero di verifica)

http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_scratch.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cool.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_heart.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_rose.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_smile.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_whistle3.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yes.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cry.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_mail.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_sad.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_unsure.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wink.gif