PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / A ZERO PUNTI NON E’ IL VERO CAGLIARI

Il listone mangia-uomini *

morosky 09 09 2019(Mauro “Morosky” Moroni) – Dopo l’inattesa esclusione di Munari e Siligardi (abbiamo 18 over dei 21 consentiti dalla lista) ecco la *rosa definitiva*.  Come ho già scritto in un commento, non sono particolarmente d’accordo con questa politica, soprattutto alla luce di chi sono gli interessati, ma, oltre a questo, rimane il fatto che dobbiamo pagarli comunque, tra l’altro sulla base di contratti stipulati da questa Direzione stessa: misteri del calcio moderno e, a tal proposito mi chiedo: se fossero stati dei lavativi, dei perditempo o quant’altro potrei capire, ma siccome è gente che non ha mai creato un problema, giocando, stando in panchina e/o in tribuna e muto li! Il primo cosa ha pagato ? Magari il fatto di non volere andare a Trapani, la nostra filiale decentrata in Serie B?0 Va beh, speriamo che vada tutto per il meglio, ma la cosa non mi piace per nulla e mi stupisce che la Società abbia avallato questa presa di posizione! Non mi piace!

1-SEPE
2-COLOMBI – ALASTRA 

3-DARMIAN  4-IACOPONI   5-BRUNO ALVES   6-GAGLIOLO

                7-LAURINI    8-DERMAKU      ESPINOZA         PEZZELLA 

9-KUCKA  10-BRUGMAN   11-HERNANI

 12-GRASSI  13-SCOZZARELLA   14-BARILLA’ 

KULUSEWSKI   15-INGLESE   16-GERVINHO

 KARAMOH  17-CORNELIUS   18-SPROCATI ADORANTE 

Le partite del 3° turno *

Fiorentina-Juventus (Sabato 14/09 ore 15.00)
Napoli-Sampdoria (ore 18.00)
Inter-Udinese (20.45)
Genoa-Atalanta (Domenica 15/09 ore 12.30)
Brescia-Bologna (ore 15.00)
Parma-Cagliari
Spal-Lazio
Roma-Sassuolo (ore 18.00)
Verona-Milan (ore 20.45)
Torino-Lecce (Lunedì 16/09 ore 20.45)

Alla terza giornata vedo già alcune squadre di fondo classifica alle prese con gare particolarmente insidiose, tali da poterle inguaiare da subito in modo molto pesante: partendo proprio dal basso, la Sampdoria che va a Napoli, il Lecce a Torino sponda granata, il Cagliari che arriva all’Ennio (ma io, come da titolo, non ritengo veritiera la classifica degli isolani in quanto hanno una squadra che può fare sicuramente di più! Spero però che comincino dalla 4^ giornata, naturalmente), la Spal che riceverà una Lazio molto in forma e la Fiorentina che ospiterà una delle tre capoliste, la Juve. Sulla carta, sono cinque gare che potrebbero lasciare ancora a zero la classifica di costoro e, tale risultato, inizierebbe a diventare scomodo, sia per le traballanti panchine della Serie A, sia per le squadre stesse che si troverebbero a dover risalire una china molto difficile e pericolosa!

* Spigolature in giro *

  • Il Brescia di Cellino (avrà fatto 13?), neo promosso dalla Serie B ha acquistato, tra gli altri, Balotelli, Viviani, Romulo e Matri (devo dedurre che il Sassuolo ha trovato il suo sostituto, Davide!).
  • La Spal mi sembra che si sia indebolita (Lazzari alla Lazio), il Lecce, tra le tre neo promosse, ha delle grosse probabilità di ritornare in Serie B, la Sampdoria è un’altra squadra che rischia parecchio e pure la Fiorentina non la vedo benissimo!
  • La campagna del pomodoro sta finendo, però presto inizierà la vendemmia e con l’autunno cominceranno a cadere le prime foglie, (ma pure qualche panchina scricchiolante), non ci sono più le mezze stagioni e la temperatura si è abbassata andando a rinfrescare le nostre giornate: che altro? Aspettiamo sia le castagne che il panettone (ma pure parecchi allenatori lo stanno facendo!).

Il Cagliari di Maran (4-3-3 o 3-5-2) *

Ho visto le due gare dei sardi, entrambe perse in casa propria con Brescia ed Inter (0-1 e 1-2): partite che, se fossero terminate in parità, nessuno avrebbe gridato allo scandalo ma, visto che bisogna buttarla dentro, e, purtroppo per loro, anche a seguito del grave infortunio del bomber Pavoletti, sono costretti a ricorrere, arrancando ma, vi assicuro che giocano bene e, a mio avviso, questa è una bella squadra (Pellegrini, Nainggolan, Rog, Simeone gli ultimi arrivi): morale, 0 punti, 1 gol siglato e 3 subiti).

La formazione che verrà schierata potrebbe essere:

OLSEN

PISACANE  CEPPITELLI   KLAVAN

NANDEZ   ROG   NAIGOLAAN   IONITA   PELLECRINI Luca

CERRI   JOAO PEDRO

 Tra gli altri in rosa: Rafael, Cragno, Mattiello, Faragò, Cacciatore, Pinna Lykogiannis, Cigarini, Birsa, Ragatzu, Deiola, Castro e Simeone

Situazione cartellini gialli *

2 Hernani

1 Kulusewski, Grassi, Barillà

Marcatori Paerma: shave like a bomber *

1 Gervinho, Gagliolo, Inglese


Notti magiche (Battiato–Giannini)

Formazione Morosky *

SEPE

DARMIAN  IACOPONI   BRUNO ALVES   GAGLIOLO

KULUSEWSKI   KUCKA (Grassi)  BRUGMAN   BARILLA’ (Hernani)

INGLESE   GERVINHO

* Impressioni di Settembre * 

Che poi sono quelle dell’anno scorso: se tutti saranno a disposizione si potrebbe partire pure così, diciamo senza troppi stravolgimenti da quello schieramento base che sembra ben collaudato al gioco del mister: “Trapattoniano”, il quale è un complimento e non un’offesa, credetemi: innanzitutto è stato un vincente (entrambi) e poi, ognuno gioca o fa giocare come è capace, e/o con i giocatori che si ritrova, giusto? Ma, proprio per sfatare questo luogo ormai comune, diciamo una cosa: impostare il proprio gioco con difesa e contropiede non è un infamia né un eresia; per palleggiare servono i piedi buoni, non solo 2 o 4, ma meglio 22, cioè tutti quelli di coloro che scendono in campo! Se hai i terzini brasiliani che giocano come le mezzali, piedi educati che danno del tu al pallone, in mezzo hai dei buoni veramente e davanti ancor più qualità, allora sei o la Juventus oppure il Napoli e, di conseguenza, tutti possono parlare lo stesso linguaggio tecnico calcistico.

Ora, non me ne vogliano i nostri Iacoponi, Gagliolo e Barillà (che io stimo ed apprezzo un casino, in tutto e per tutto, la conferma è che nella mia formazione ci sono quasi sempre!), loro non hanno proprio i piedi per questo tipo di gioco (il palleggio), ma hanno altre buone doti: e, tanto per parlarci fuori dai denti, il gol subito dall’Udinese, non è solo frutto dell’errore di Iacoponi, la squadra era tutta sbilanciata in avanti e nessun difensore o centrocampista ha fatto la diagonale né un recupero per andare a raddoppiarlo, tanto per essere schietti: questo, per me, è più un errore di squadra che individuale, non mi posso permettere di lasciare uno contro uno difensore e attaccante, soprattutto alla luce del fatto che l’avversario è veloce , o almeno, a me è parso che lo fosse vedendo il replay!

Tornando al tipo di gioco, difesa e contropiede, ci sta, ma se io fossi l’allenatore avversario, ti aspetto, ti lascio la manovra e la conduzione del gioco, mi metto su due linee da 4 con 9 uomini dietro la linea del pallone e come (Chievo, Frosinone, Bologna e Spal, l’anno scorso hanno insegnato) facciamo a segnare senza spazi, corridoi e praterie?

E’ evidente che qualcosa bisognerà studiare, contro la Juve, solo due mezzi tiri in porta, contro l’Udinese San Sepe ci ha tenuto in partita, ma, ribadisco, non ci si può affidare solo e sempre a San Gervinho che ci tolga le castagne dal fuoco e poi metta la palla in area!

Di sicuro c’è una cosa da migliorare, per effetto del giro palla, lento e ripetuto, non si può sempre tornare indietro, sistematicamente, da Bruno Alves, no, chi gioca terzino e si sgancia, 9 volte su 10 deve fare proseguire in avanti l’azione, verticale, profondità, verso il centravanti, ma, verso la porta: capita infatti un sacco di volte in cui, già sulla trequarti avversaria, visto che nessuno si fa vedere per dettare il passaggio, si preferisca tornare indietro senza nulla rischiare, ebbene io non sono d’accordo, una volta, due volte si ma, non in modo reiterato, si perde solo campo e tempo mentre gli altri si riposizionano!

Angolo Velenoso *

Ragazzi, in questo fine settimana scsuoraorso siamo stati a pescare: Velenoso, Sergio e Michelle (la nuova concubina del Vele, dopo lo scandalo al monastero) erano sulla riva del lago armati di canne, retini, “guaden” “begattini”, ami e pasture varie mentre io e Suor Giselle giocavamo a briscola all’ombra dell’ultimo sole (s’era assopito un pescatore, aveva un solco lungo il viso, come una specie di sorriso ..): il Vele, da grande cultore della pesca sportiva, ogni pesce che prendeva lo rilanciava in lago e si divertiva a prendere in giro gli altri due che, praticamente, “badacciavano”, non prendendo nemmeno una “celletta”, ma neanche un pesciolino picin picin, gninta!
Intanto che loro continuavano a pescare (si fa per dire) noi abbiamo cessato di giocare a carte ed abbiamo iniziato a preparare il barbecue: niente pesce ma salamini, costine (rigorosamente in trancio intero) e costate con la moglie di Sergio che ci aiutava, da buona rezdora, dandoci le appropriate direttive! La classica giornata al lago con gli amici, tipo osteria ed la succa, ma leggermente diversa: pescheda, magneda e… gusteda, questione di consonanti, mo, as sema divertì a botta!

Di calcio non abbiamo parlato perché: le suore non ne capiscono molto, Sergio annuisce e ripete solo ciò che dice il Vele, la moglie guarda ancora solo Beautiful (è alla 12.541 puntata, lo segue da quando andava in seconda media, nel lontano 1962) ed io non mi metto certo a parlare di calcio con Suor Giselle che mi faceva le orecchie dolci (ma pure gli occhi) anche perché, quando mi metto a parlare di calcio col Vele dopo perde le scommesse ed io non voglio infierire, in fondo è un bravissimo “ragazzo”!

Per fortuna che, su Stadio.Tardini c’è!!!

Dal Lago Vele.Misterioso,

un cordiale saluto,

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

80 pensieri riguardo “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / A ZERO PUNTI NON E’ IL VERO CAGLIARI

  • 10 Settembre 2019 in 00:18
    Permalink

    Contro il Cagliari, dovendo tenere l’iniziativa, mi aspetto qualche variante alla formazione.
    Tipo Darmian terzino destro, Laurini esterno alto al posto di Kulusevski con quest’ultimo eventualmente spostato a centrocampo. Il Cagliari è una squadra che va affrontata con la massima attenzione perché ha delle ottime individualità

    • 10 Settembre 2019 in 09:13
      Permalink

      Sul Cagliari ho già scritto le mie impressioni, vengono da due sconfitte immeritate, sono a zero punti e vorranno fare risultato:

      molto temibili Joao Pedro e Nandez, tecnico, veloce, un vero furetto che farà dannare chi giocherà terzino sinistro ( Gagliolo e Pezzella sono avvisati ) ….
      sperema ben

    • 10 Settembre 2019 in 09:23
      Permalink

      Bravo Siberianhusky, concordo e quoto in pieno. Nelle ali andrei in copertura come hai ben illustrato con la precisazione che alle spalle di Gervi metterei un Barillà per tutelare meglio la fascia. Per il resto tutto ok con la panchina piena di risorse pronte per il secondo tempo.

  • 10 Settembre 2019 in 00:20
    Permalink

    Il femmineo Carnevali dopo due anni ha trovato il sostituto! Se Cellino dopo Balotelli e Matri prendesse anche Sala, Silvestre e Rispoli potremmo piantare delle tomacche a Carpenedolo perché Brescia sarebbe diventata Parma.

  • 10 Settembre 2019 in 08:38
    Permalink

    godiamoci l’ abbondanza della rosa con l’ infermeria vuota.
    penso che Karamoh parta dall’ inizio. poi non avrà 90 minuti e subentrerà Kulusewski o Kucka (tutti con la K in questa zona!) a seconda di come si mette la partita.

    • 10 Settembre 2019 in 10:54
      Permalink

      Conoscendo il Mister, a meno che Kulusewski non rientri malconcio dalla nazionale, KARAMOH, per me, NON PARTE TITOLARE ..
      prima di togliere KULUs ….ne passerà dell’acqua sotto la Parma voladora ..soprattutto alla luce della prestazione proposta domenica a Udine : non l’ho vista ma ho letto + testate ( che Zidane )

  • 10 Settembre 2019 in 08:54
    Permalink

    Quante ne sai Davide, non te ne scappa una e hai una memoria pazzesca: aggiungerei pure Viviano e un bel centrocampista: quello che doveva prendere Minotti !!!!

  • 10 Settembre 2019 in 09:13
    Permalink

    La prima è che la partita
    col Cagliarisarà partita da
    1-X-2
    Loro avranno il dente avvelenato
    Occhi da tigre 🐯 🐯 🐯 🐯 🐯 🐯
    e bava allo bocca. ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡
    PARMA AVVISATO
    MEZZO SALVATO

    La seconda cosa è che nessuno finora
    ha detto quanti sono gli abbonati.
    Né la gazzetta né TV locali né MARRONI
    e NEMNENO sulla gazza lo si dice.
    Da questo ho capito che sapere
    il numero degli abbonati è un
    SEGRETO DI STATO
    e quindi non insisto più.

  • 10 Settembre 2019 in 09:25
    Permalink

    Palermo vuol essere Parma …
    Bari vuol essere Parma ..
    e adesso Brescia vuol essere Parma ….
    Paerma come modelo di Scuadra ….
    Dificile per Lorro ….
    Parma e’ unico …
    Forsa Paerma

    • 10 Settembre 2019 in 11:53
      Permalink

      👍Di Rocky Marciano ce n’è uno, le altre solo pallide imitazioni…

      • 10 Settembre 2019 in 12:35
        Permalink

        🤙….il piú forte…Rocky Marciano..
        “ The Hard Rock from Boston “
        Being that I was born in Boston..I am very proud of Rocky….
        💪💪💪💪💪💪💪💪
        Rocky forever

      • 10 Settembre 2019 in 12:41
        Permalink

        Anche …. Parma come Rocky sono Magico ..tutte due …..
        nessuno come Lorro ….

          • 10 Settembre 2019 in 22:27
            Permalink

            Bravo Vele ,
            Questo e’ il Vele che mi piace …
            Forsa Paerma ,
            Cordialmente ,
            Mr. Hyde

          • 10 Settembre 2019 in 22:33
            Permalink

            Allora come Jake LaMotta

          • 11 Settembre 2019 in 00:45
            Permalink

            Strajé no Straje….
            🕵️‍♂️👁🌙⚽️🗿💛💙

            Cordialmente
            Douglas

      • 10 Settembre 2019 in 22:51
        Permalink

        ” Allora come Jake LaMotta ”
        piu’ come Robert De Niro ,
        Best Regards ,
        Al Pacino

  • 10 Settembre 2019 in 09:43
    Permalink

    Tutte considerazioni condivisibili, dalla lista (siligardi è passato da essere il primo cambio a inutile in una settimana) al resto. Il cagliari è partito con il grave infortunio di pavoletti, qua mi aspetto che tornino al vecchio sistema 4312 con cerri in panchina e simeone in campo oppure un attacco leggero

  • 10 Settembre 2019 in 10:34
    Permalink

    Mauro dimenticavo CiccioCaputo (sostituto di Matri per altro) e Ciano (trattato anche lui a ripetizione), che avendo in modo inspiegabile vista la modesta caratura del giocatore lo stesso procuratore (Raiola) di Balotelli, potrebbe rinforzare la pattuglia di crociati in pectore di Cellino. Il centrocampista Minotti lo sta ancora cercando.

  • 10 Settembre 2019 in 11:30
    Permalink

    Sempre secondo me, essendo il Mister, diciamo conservatore, davanti, per ora, NON CAMBIERA’ NULLA e, dato per scontato il subentro di DARMIAN, se dovesse cambiare potrebbe essere a centrocampo, settore nel quale, per tre posti , ha ben 5 soluzioni paritarie

    …………….KUCKA ………BRUGMAN …………..BARILLA’
    ……………GRASSI ……….HERNANI …………..HERNANI
    ……………HERNANI ………GRASSI ……………..kucka
    con Scozzarella che può solo fare il play …mentre tutti gli altri sono poli funzionali !!!!

  • 10 Settembre 2019 in 12:38
    Permalink

    Mauro ma Darmian si allena alla Pinetina (pardon al Suning Training Centre) e viene giù sabat dop misdì?

    • 10 Settembre 2019 in 15:13
      Permalink

      Fichi Davide,
      Suning Training Center l’è un spetacol !!
      Io da giovane, vecchio interista, sognavo la Pinetina, Appiano Gentile, l’Avv. Prisco, Moratti ..Mazzola …

      ..No no, l’è a Colecc, l’ha catè un apartament in Via Solferen…
      285 mq., lu, la mojera, al fiol masc e un york shire di taglia piccola ..
      fina a can neva miga al sta chi a Paerma ..dopo se ghe srà da fer san marten al va a Legnano, dai so !!!

      Comunque adessa l’è chi con nuetar …
      sis dan di sold nuetar a podrisen vendar tutt ..
      dal prim al ultom ..nison l’è indisoensabil par mi..

      sol al Paerma, al President, Al Capitan ( Ale 6 ), Marco Fereri , Giacomo e Accursio col magasziner, tut chietor as pol cambier …
      sa ghe da guadagner quel !!

  • 10 Settembre 2019 in 14:07
    Permalink

    Oggi, martedì 10, alcune vocine mi fanno presagire che i sardi potrebbero schierarsi + coperti, ad esempio :

    …………………………………OLSEN
    …..PISACANE CEPPITELLI KLAVAN PELLEGRINI
    …..JONITA ( Castro )………CIGARINI ……………ROG
    ……………………………NAIGOLAAN………………………
    ………………NANDEZ………….JOAO PEDRO

    sempre con le alternative CERRI, BIRSA, SIMEONE ..
    …sinceramente non saprei cosa pensare…..
    li sto temendo molto ….

    • 10 Settembre 2019 in 19:37
      Permalink

      A me invece risulta che come abbonati ne abbiamo solo 11.321
      Una miseria
      Chi non si è abbonato non è tifoso del Parms,

  • 10 Settembre 2019 in 16:10
    Permalink

    Visti questi rapporti con Ausilio Naingollan potevamo prenderlo noi in parcheggio un annetto!

    • 10 Settembre 2019 in 19:40
      Permalink

      Io non cambierei nessuno dei nostri centrocampidti
      con il tatuato Naingolan
      Anche l’occhio vuole la sua parte.

  • 10 Settembre 2019 in 16:32
    Permalink

    tenteranno di venderli in qualche modo, poi vediamo, per me è un peccato capitale avere in rosa uno come Siligardi e bruciarselo in questo modo. Continuerò a dirlo sempre!!

    • 10 Settembre 2019 in 17:47
      Permalink

      Bah, dai non esageriamo adesso, ottimo professionista per carità ma giocatore che ha faticato molto in B, paradossalmente qualche buona prestazione in più l’anno scorso e al quale si può tranquillamente rinunciare, specie con il parco attaccanti che abbiamo quest’anno. Ritengo che complessivamente il suo peso specifico in questi due anni sia stato abbastanza modesto. Sull’esclusione spiace ma a certe cifre un calciatore professionista dovrebbe anche capire quando ha fatto il suo tempo in una società che comunque a sua volta gli ha dato tanto, siccome non era certo in una fase di ascesa della sua carta quando è arrivato.

  • 10 Settembre 2019 in 17:49
    Permalink

    Marroni PARDON Moroni mico mio, aiutami tu
    Domenica vorrei venire a vedere il Parma
    Purtroppo sono in un convento di clausura.
    Vorrei fuggire ma non ci sono porte
    Le finestre hanno grate del diametro di cm 6
    Per uscire lo si può fare solo con l’elicottero
    del priore che ovviamente guida solo lui
    dopo aver fatto domanda su carta bollata.
    Voglio fuggire
    Marroni PARDON Moroni amico mio, aiutami tu

    • 10 Settembre 2019 in 19:28
      Permalink

      Ciao Vele,
      vista la tua precaria situazione, senza nessuna garanzia di ottenere certezze assolute, farò alcune tefonate e vedrò cosa posso fare per averti all’Ennio domenica alle 13.30…
      aspetta sereno ..tifa Parma, non essere troppo ripetitivo e logorroico…cercherò, con l’aiuto della CUPOLA, di farti evadere
      ..
      Mauro morosky Moroni

  • 10 Settembre 2019 in 17:50
    Permalink

    Siligardi e Munari sono utili come il PPC.

    • 10 Settembre 2019 in 19:50
      Permalink

      Sul discorso dell’utilità non sono d’accordo ma,
      ALLORA, SOPRATTUTTO AL SECONDO, NON GLI DOVEVANO RINNOVARE IL CONTRATTO tre mesi fa……contratto che, comunque, deve pagare il Parma ..

      il giocatore, dopo la faccenda Bosman, non è + un pacco postale che mandi dove vuoi tu, ci deve essere la firma consensuale e, nel momento in cui ha un contratto, per interesse o per altre motivazioni, entrambe le parti devono rispettarlo, SALVO ACCORDI TRA LE MEDESIME …ergo, leggasi, soldi di buonuscita…

      • 10 Settembre 2019 in 21:02
        Permalink

        Non è che magari gli è stato rinnovato proprio perché c’erano dei patti tra gentiluomini che poi non sono stati rispettati?

        • 10 Settembre 2019 in 22:09
          Permalink

          I rinnovi annuali per cercare di ricavare qualcosa dai trasferimenti di giocatori ormai a fine carriera sono spesso ciambelle che riescono senza buco.
          Quale interesse possono avere questi giocatori, spesso con moglie e figli, a spostarsi su e giù per l’Italia per lasciare un club che paga puntualmente gli stipendi ?
          Per assurdo sarebbe stato più comprensibile che venisse prolungato il contratto a Biabiany, visto che ci sono tre spot liberi per gli over e che in qualche finale di partita il suo dinamismo potrebbe servire

          • 10 Settembre 2019 in 22:29
            Permalink

            Non dimentichiamo che se si vuole mandare in prestito un giocatore in scadenza prolungargli il contratto è obbligatorio, altrimenti per regolamento non puoi prestarlo. Questa operazione è stata fatta con Munari per consentirgli di andare a giocare e riprendersi dall’infortunio. Per quel che riguarda Siligardi l’anno scorso era disposto ad andarsene in Giappone, avrebbe trsnquilllente potuto andarsene a Trapani che per certi versi è un luogo molto più esotico…Quanto a Biabiany, che è un giocatore che ho amato, credo che al pari dei due citati sia ormai un giocatore da non rimpiangere, anche alla luce del nostro parco attaccanti…

  • 10 Settembre 2019 in 18:19
    Permalink

    Provare il 4-3-1-2 no, eh? Kulu farebbe sfracelli da mezza punta.

    • 11 Settembre 2019 in 09:26
      Permalink

      approvo questa tua proposta di modulo…secondo me dejan è palesemente un trequartista, non può fare l’attaccante esterno al massimo se riesce a disciplinarsi può diventare una mezzala.

  • 10 Settembre 2019 in 19:35
    Permalink

    UNDER 21 – ITALIA-LUSSEMBURGO

    Stasera ho capito perché la Juve ha mollato-venduto KEAN ( 27 MILIONI ALL’ eVERTON )…
    la stessa motivazione perché, da noi, è arrivato KARAMOH..

    due bravi giocatori, che potranno diventare ottimi giocatori ma,
    MAI FUORICLASSE …
    ..
    Kean gioca da solo, per se stesso e pochissimo per la squadra ..
    è un altro Balotelli …con 10 anni di meno..
    aspetto smentite in campo..

    e da Karamoh…idem come sopra…
    aspetto smentite in campo..

    SOLO SE SEI MARADONA, MESSI, IBRAIMOVIC o RONALDO puoi anche giocare , qualche volta, da solo ….ma…questi sono di un altro pianeta CALCIO

    aspetto smentite dai succitati …

    • 10 Settembre 2019 in 21:04
      Permalink

      Se Karamoh diventasse un Balotelli avremmo fatto il più grande affare della storia …

  • 10 Settembre 2019 in 21:10
    Permalink

    ” SOLO SE SEI MARADONA, MESSI, IBRAIMOVIC o RONALDO puoi anche giocare , qualche volta, da solo ….ma ”
    di questi giocatori che giocano per la squadra … solamente Maradona e Messi …. un poco Ibra anche …
    Caso Ronaldo …. quando vivi in Espagna per anni e hanno visto tante partite di Ronaldo …se capisce che Lui gioca per Lui …
    Cordialmente ,
    Your man in Spain

  • 11 Settembre 2019 in 10:24
    Permalink

    Certo che guardando i monte stipendi e ingaggi dei tecnici siamo molto “oculati”. Spende di più persino il Lecce. Speriamo nella positiva campagna del pomodoro 2019 per risalire qualche gradino l’anno prossimo.
    In previsione della gara di domenica vorrei risensibilizzare su un tema che mi sta a cuore. CHI SONO QUEI 50 DEMENTI CHE ALLA LETTURA DELLE FORMAZIONI FISCHIANO QUANDO VIENE ANNUNCIATO IL NOME DI D’AVERSA?
    Vorrei davvero vederli in faccia più per una curiosità antropologica di associare lombrosionamente un volto e un corpo a menti così ristrette.

    • 11 Settembre 2019 in 11:22
      Permalink

      Dice il Saggio: “mglio lasciare la parte sinistra di quella classifica al Ghiro”… E l’ultimo chiuda la porta…

      Mumble mumble: 16° posto significa quart’ultimo posto, alias salvezza. Ma attenzione il risultato sportivo non è detto che sia corrispondente alla graduatoria del monte ingaggi. Né il calcio è una scienza esatta.

      Ma al lume di questa statistica van fatti i complimenti ai gestori del club perché non è male riuscire ad avere in squadra alcuni assoluti top level per la fascia di competenza, pur mantenendo la quartultima posizione alla voce stipendi. Davvero: non male.

      Sul fatto che i “tomaccari non investano nel Parma mi verrebbe da dire che sia un problema loro: non credo che i magnifici sette abbiano bisogno di aggiungere un ottavo, né c’è da elemosinare sponsorizzazioni quando pullulano le richieste anche se non sempre dal territorio… Sono altri che perdono opportunità…

  • 11 Settembre 2019 in 12:23
    Permalink

    Direttore infatti non eccepisco l’abilità a fare nozze coi fichi secchi. Dico solo che essere dietro il Lecce neopromosso (in mano a un tizio solo) non è gran chè e proprio alla luce della bravura a trasformare l’acqua in vino se invece di acqua provassimo a dare a chi di dovere almeno qualche cartone di tavernello (vino che va alla grande nei giardinetti della stazione per altro) forse si potrebbe stare un pò più sereni senza elemosinare a Napoli o Nanchino. Sui tomaccari concordo sia un problema loro, ma d’altra parte la nafta per i torpedoni costa, così come gli stand gastronomici in piazza.

    • 11 Settembre 2019 in 13:39
      Permalink

      E’ chiaro che il giudice unico sarà il campo, però se alla fine ancora una volta i Nostri avranno avuto ragione – del resto come sempre in questi cinque anni – non potremo che scappellarci tutti quanti rendendo merito. Anche perché il Grillo Parlante che è in me, e che ogni tanto qui emerge, spero non solo per la gioia di Morosky, prova gaudium magnum nel minuto in cui si riescono ad ottenere grandi soddisfazioni a fronte di spese contenute. Ho sempre fatto l’esempio della massaia che preferisco: quella che mi fa dei pranzetti deliziosi con la propria abilità e capacità di scelta delle migliori materie prime a prezzo conveniente, senza andare in gastronomia con la mia carta di credito dilapidandomi l’esiguo conto con pietanze già pronte e ricaricate.
      Se il Lecce ha speso più del Parma, vale il ragionamento fatto prima per i tomaccari: son problemi loro. Peraltro non credo – ma qui intervengano pure gli esperti – che la loro rosa, per la quale si sono svenati più del Parma, stando alla statistica, sia in effetti qualitativamente superiore alla nostra. E ribadisco quanto dice il saggio: fascia sinistra classifica stipendi lasciare ad altri…

      • 11 Settembre 2019 in 14:31
        Permalink

        prova gaudium magnum : du gust is mej che uan ???
        a no, quello era maxibon !!

        ad ogni modo, il fatto di aver speso meno non è da sottovalutare anche perchè, al nostro confronto, quella del Lecce è una rosa da Serie B ….
        ma, al di la di questo, se posso dire la mia, NUOVO INIZIO, in proporzione ha speso di + per arrivare in Serie A che per rimanerci ( e parlo dell’anno scorso )
        …..
        quest anno hanno fatto le cose in GRANDE, hanno rinforzato la rosa, abbiamo un solo PRESTITO ma, naturalmente, sono stati fatti acquisti-contratti-investimenti per il breve-medio termine andando di conseguenza a creare patrimonio ma pure cifre da sborsare, annualmente, per saldare questi acquisti.

        Quello che spendono o meno gli altri è una roba che lascia il tempo che trova….
        GIUSTAMENTE, SONO PROBLEMI LORO …
        l’importante, come dicevo qualche tempo fa, sarà a fine maggio, quando passa il casaro col libretto del latte a rendicontare l’annata e la produzione , leggasi punti e classifica..

        p.s sono un ex mancato garszon da caser !!

  • 11 Settembre 2019 in 13:22
    Permalink

    Capopattuglia a Corvo ( D’Aversa )
    Rispondimi Bobby
    Capopattuglia chiama Squadra A

    Rambo
    Messner
    Ortega
    ALVES
    Coletta
    GAGLIOLO
    Jorgensen
    Denford
    KUKO
    Barry
    Krakawer
    ..
    Confermare
    Qui è il Colonnello Morosky

    loro hanno segnato per primi…

    GRANDE RAMBO !!!!

    • 11 Settembre 2019 in 18:32
      Permalink

      20 anni fa (ma anche di piu) veniva a giocare in cittadella un signore che era il sosia del colonnello Trautman

      • 11 Settembre 2019 in 22:08
        Permalink

        Me lo ricordo, veniva chiamato anche Aleinikov

  • 11 Settembre 2019 in 13:43
    Permalink

    Senza la necessaria precisione che contraddistingue Stadio Tardini, giusto per calmare i bollenti spiriti di Velenoso , dalle mie indagini, ad oggi, gli abbonati dovrebbero essere verso quota 12.000 circa…
    ..
    numero da prendere tenendo conto della premessa !!

    non so se detta cifra sia comprensiva o meno degli abbonamenti acquistati dagli sponsor …

    fra qualche giorno avremo la cifra ufficiale , porta pasenszia !!

    moro

  • 11 Settembre 2019 in 14:34
    Permalink

    Mauro su acquisti in massa di abbonamenti da parte di sponsor mi sa che hai esagerato col Tavernello o il metrosexual Carnevali che ha trovato il sostituto per Matri ti ha dato alla testa (io non ci credo ancora mi aspetto sempre di prenderlo a gennaio). A sema mia a Monaco di Baviera o Londra, chi l’è bela un miracolo cater un sponsor.

    • 11 Settembre 2019 in 15:08
      Permalink

      Non vorrei dire una eresia ma, se ho ben capito, e parlo di piccoli sponsor, cioè di coloro che mettono il loro logo aziendale sulla cartellonistica oppure in queli filmati pubblicitari sul tabellone sopra la sud, non so come funziona di preciso ma, credo che, in base alla cifra sborsata abbiano un tot. numero di abbonamenti che, ovviamente, rientrano nell’accordo di sponsorizzazione stessa: la piccola azienda, il piccolo imprenditore, il commerciante, lo studio professionale, ecc ecc….diciamo lo sponsor locale che, con 10-15 euro anno si prende il suo pezzo di visibilità per mezzo di questo veicolo commerciale !!
      per questo tipo di cifra si parla di 2/3 abbonamenti credo !!!!
      non certo acquisti di massa !!!!
      ..
      A mi al Tavernello al me piesz miga !!
      Na sana malvaszia se no un Valdobbiadene miga trop gasè…

  • 11 Settembre 2019 in 14:35
    Permalink

    Per Davide

    ho un glorioso passato, a metà anni 70, in qualità di carrellista a turni, stagionale, nel periodo delle vacanze scolastiche …
    presso la famosa azienda di lavorazioni del POMIDORO a Piazza di Basilicanova …e loro ??
    muti !!!!

    del tomachi, na quelca cassetta, a no strabuchè anca mi…

  • 11 Settembre 2019 in 15:04
    Permalink

    Ciao Mauro ,
    Buenas Tardes ,
    Tu vuoi 50 punti … Okay …
    Ho studiato classifica in Italia per 7 anni in dietro …Io preferisco
    pensare no in punti pero posizione in classifica …
    Puo darse …altri vogliono su pensamento ..iguale punti o posizione in classifica finale di stagione …
    Lo so che e’ molto pronto per molti di fare questo adesso ..
    Vediamo ….
    Io digo posizione 6 in classifica …
    Cordialmente ,
    Un scultore
    in il sud de Espagna
    P.S. Mi fa piacere sapere che pensa Luca Russo del tema

    • 11 Settembre 2019 in 20:47
      Permalink

      Posizione 6, DOUGLAS, per favore, non voliamo molto con la fantasia: vorrei che tu avessi ragione ma…con tutta onestà…
      noi dobbiamo pensare alla posizione ….10° …15° posto tranquillo ..
      se saranno 50 punti…sarà molto vicino al 10°…

      …sinceramente, meno del decimo , oggi come oggi, non li vedo ..
      spero sempre di essere smentito ..
      da squadra e calciatori ..

      • 11 Settembre 2019 in 23:43
        Permalink

        Okay Mackay ..
        Pero penso cosi’ …
        Se arriviamo al sexto posto …. Zona Euroliga ..
        Faccio un otra Targa ….in bronzo ….
        Bronzo come la Targa che ho fatto che dovere essere nei muri nel Museo del Parma ” Ernesto Ceresini “…..
        Cordialmente ..
        Il Scultore Fenicio – Etrusko

  • 11 Settembre 2019 in 15:09
    Permalink

    10-15 mila euro l’anno ….sorry

  • 11 Settembre 2019 in 15:27
    Permalink

    Nandez non è una punta, ma un centrocampista di quantità. Quindi non lo vedo proprio al fianco di joao Pedro domenica.
    Per quanto riguarda il Lecce, non lo prenderei come esempio, dato che se non dovesse salvarsi, vorrei proprio vedere che fine farà il Lecce…il loro ds ha detto che a fronte di quello che hanno speso si devono assolutamente salvare…auguri

    • 11 Settembre 2019 in 20:43
      Permalink

      Lo so che non è una punta ma, il sig. MARAN non so se verrà qui partendo con due punte …a ZERO punti e in trasferta ..
      ..
      tutto è possibile …io scrivo le mie pensate …
      ogni tanto ci prendo …

      ….

  • 11 Settembre 2019 in 16:04
    Permalink

    Strajè -Al Pacino
    Davide – Al Piociô
    Moroni – Al Piació

  • 11 Settembre 2019 in 17:56
    Permalink

    Ma Piovani l’é andè in pensió?

  • 11 Settembre 2019 in 18:35
    Permalink

    Intanto Dermaku segna in nazionale. Eccolo qui il centrale che cercavamo: diamogli fiducia!

    • 11 Settembre 2019 in 20:22
      Permalink

      Sono d’accordo ottima prova a livello internazionale e ottime prove anche in tutte le amichevoli precampionato denota sicurezza senso della posizione e colpo d occhio. Ne abbiamo bisogno come il pane magari non sarà velocissimo ma anche gli altri parliamone.

  • 11 Settembre 2019 in 21:32
    Permalink

    Piovà al va in ti vilag “ollinclusiv”

  • 11 Settembre 2019 in 23:43
    Permalink

    Al piasel ad la stasio l’e ollinclusiv as dorma as beva e as magna e as pisa

  • 12 Settembre 2019 in 08:46
    Permalink

    Douglas,
    secondo me ( ma non voglio essere colui che ha delle certezze assolute, diciamo uno dei soliti pronostici, SULLA CARTA )

    …………………..prima di noi dovrebbero arrivare
    ………………….. ( IN ORDINE SEMI CASUALE )

    1 JUVE
    2 INTER
    3 NAPOLI
    4 LAZIO
    5 ATALANTA
    6 TORINO
    7 MILAN
    8 ROMA

    ……………………….NEL GRUPPPO DEI CROCIATI:

    GENOA
    BRESCIA
    PARMA
    CAGLIARI
    SASSUOLO

    SEMPRE IN ORDINE SEMI CASUALE…..dopo di noi presumo…….

    1 LECCE
    2 SAMPDORIA
    3 VERONA
    4 UDINESE
    5 BOLOGNA
    6 SPAL
    7 FIORENTINA

    • 12 Settembre 2019 in 20:35
      Permalink

      Caro Mauro,
      Dopo aver studiato il nostro intervento in questo momento … argomento in cui sarà il Parma finale della stagione ….
      La mia postura si basa su come vedo la vita in generale. La filosofia che identifico è l’Esistenzialismo. Voglio dire che tutti noi siamo il prodotto del nostro passato … dove siamo nati … dove creiamo … i nostri genitori, la nostra istruzione (studi in scuola e street ) ecc. ecc. Cerco di portare a la tavola (posso usare Stadiotardini.it come tavolo) il mio modo di vedere la vita e le sue idiosincrasie ed esperienze che formano il nostro modo di affrontare la vita e anche in questo caso il Parma Calcio 1913.
      Sono nato a Boston negli Stati Uniti, da genitori nati anche lì ma da genitori immigrati. Mia madre Marianna Guernieri Saia (genitori di Cassio Parmense) e mio padre George Joseph Abdelmaseh (genitori libanesi). Nella nostra casa parlano ovviamente Inglese ma anche Pramzan e Arabo, mantenendo in casa la cultura delle nostre famiglie in Europa e Medio Oriente. La prima cosa che probabilmente mi ha formato in modo forte è che mio padre è morto quando avevo 6 anni. Come vedo … il fatto di non avere a casa un padre che possa insegnare a suo figlio le cose della vita ha dovuto prendere la mia strada. Posso … dire che aveva ( usando termini di calcio ) … liberazione di movimenti totali a centrocampo, unendo il fatto che il mio modo di affrontare la vita era ed è ora di attaccante, per fare un goal, sempre ma vedo un giocatori in migliore posizione per segnare un goal che do il pallone .. perché sono un uomo di squadra e Vedo meglio che la squadra vince e non che faccio gloria facendo un goal per me, ecco perché il modello per me nella vita è Messi, giocatore di squadra e non giocatore Cristiano che gioca per lui stesso).
      Negli Stati Uniti … ci viene insegnato in giovani età, l’unica posizione nella vita è quella di vincere, … di vincere e vincere … mettendo gli obiettivi alto. D’altra parte, gli europei possono essere più razionali … esempio … sappiamo che dopo una salvezza l’anno scorso il Parma potrebbe avere una salvezza più difficile in questa stagione più dell’anno precedente … Ecco perché puoi capire perché ho messo il Parma in classifica 6 finale di stagione …. Non posso negare le mie radici … le mie esperienze esistenziali che la mia ha formato.
      Mauro Tu sei Il Profeta …. ma andiamo anche d’accordo. Dò sempre la quarta divisione fino alla salvezza della scorsa stagione, ho detto che il Parma raggiunge i suoi obiettivi … come ricordi alcuni momenti c’era molto pessimismo in Stadiotardini ma tu e io crediamo che Parma ottiene obiettivi e quindi come adesso è quello grande che Parma ha realizzato in questi quattro anni. Ecco perché Tu, Mauro Moroni Morosky hai capito quando eremo in Seria B e no matematicamente in Seria A e molti no hanno creato che andiamo in Seria A e hai visto come credevo Mi hai passato la palla dicendo Douglas perché non fai una Targa dicendo che Parma ha ottenuto Seria A prima che avessimo i punti per farlo … E ho accettato di farlo … e sono stato fuso in bronzo … Un altro esempio, dopo la scultura di Marmo de Cararra che ho fatto per dichiarare la mia posizione d’amore senza condizioni per il Parma Calcio.
      E ora il mio sogno è la fine della stagione per fare un’altra Targa … una Targa de Paerma in Eurolega …

      • 13 Settembre 2019 in 09:12
        Permalink

        Tutto molto bello ma,
        la realtà dei fatti mi dice di essere razionale e non sognatore: la realtà del nostro campionato è già scritta e, pure quest’anno, per i primi 7/8 posti non c’è nulla da fare … ( vedi classifica che ho stilato )

        dal 9° al 15° ci saremo pure noi …
        dipende da che campionato faremo ma anche da cosa faranno le altre…
        tu lo sai che ogni anno ci sono le sorprese, negative e positive…..
        vedrai, già dopo il terzo turno che ci sarà già un divario tra le prime 3/4 e le ultime 3/4 …e, dopo la terza giornata trovarsi a zero punti con tre sconfitte ,,il cammino diventa subito durissimo..
        una montagna da scalare,,,
        ..il concetto della vittoria, inculcato come mentalità, ha pure i suoi lati negativi..
        nel senso ch bisogna anche saper convivere con la cultura della sconfitta…la quale non è un disonore…
        c’è sempre una scala di valori, spesso consolidati, che solitamente fanno si che già di partenza sappiamo chi saranno le prime 3/4 e, da questi valori, legati a denaro, capacità, doti manageriali, tecniche ecc ecc ….
        difficilmente si scappa…
        ..poi ci sta che si possa arrivare in posizioni di prestigio ma …..io preferisco basarmi su intuito, disamina delle rose degli altri, delle reali forze in campo e…credo proprio che staremo nel gruppo mediano della classifica

        …forza parma

  • 12 Settembre 2019 in 11:47
    Permalink

    Mauro posso toccare ferro o in alternativa un bussolotto di latta delle tomacche (entrambi cioè la polpa e il busolotto prodotti nella Food Valley)?

    • 12 Settembre 2019 in 12:11
      Permalink

      Beh dai …la rosa, coi suoi innesti, guardando anche in casa d’altri,
      mi fa pensare così…
      gli addetti ai lavori, dal primo all’ultimo, mimetizzano sempre, barando, quello che pensano possa essere il loro percorso..

      l’allenatore della prima, in attesa di incontrare l’ultima, parlerà sempre di gara difficilissima, da non sottovalutare, non meritano l’attuale classifica e luoghi comuni analoghi..

      poi vanno a giocare contro il REAL MADRID e sparano: faremo la nostra partita, siamo 50 e 50, daremo loro del filo da torcere, le altre solite cannelle che mettono sui giornali …

      ma non farebbero meglio a stare zitti oppure a dare la giusta dimensione, nel rispetto di tutti gli avversari, alla partità che verrà ?

      Per concludere, tra il 10° ed il 15° mi sento di sottoscriverlo con una buona dose di ottimismo dettato appunto dagli acquisti, un anno in + per tutti …qualità e gamba mi paiono migliorate….

  • 12 Settembre 2019 in 12:46
    Permalink

    Speriamo che il combinato disposto dell’assenza del corvacione nero oslone del malaugurio del lunedì sera (retrocesso sulla rosea dalle strisciate milanesi a trafiletti sul da lui odiato Parma) e la presenza indefessa del Cav. Chiapponi ai vertici del PPC aiutino a realizzare i tuoi pronostici (ovvio usando la maglia nera solo per le partite che già sappiamo finiranno 3/4 a 0 tipo Lazio tra due settimane, Napoli, etc).

  • 12 Settembre 2019 in 13:24
    Permalink

    Io, sia alla superstizione che ai CORNACION non credo proprio:

    poi, che ci siano personaggi che “godono” quando i crociati perdono, lo so, ci sta ma, non me ne curo molto..
    io godo in altri modi e, certamente, non con le disgrazie altrui..

    poi ci stanno gli sfottò, le goliardate, le battute..battutine ..

    l’avversario che vince con la sua superiorità va solo ammirato e plaudito…se però ti sfotte o fa lo spocchioso ( vedi lo juventino, in generale, …dirigente…calciatore…tifoso ) …
    soprattutto per queste ultime si fa detestare e quindi ..tifare contro..

    per il resto cerco sempre di stare al di sopra delle parti ( cercando di vederla con quel distacco che mi consente poi di CRITICARE CON RAZIONALE E MOTIVATA ONESTA’ ..
    ribadisco che la gara col Cagliari sarà molto combattuta,
    NOI VOGLIAMO VINCERE, avremo la formazione tipo, senza problemi particolarmente gravi ( Grassi e Scozza sarebbero cmnq partiti dalla panchina ) ..
    sono loro che non POSSONO PERMETTERSI DI PERDERE ANCORA ….vedremo ..vedremo ..

  • 12 Settembre 2019 in 18:24
    Permalink

    Ma Grassi le fat ed Cristal?!sempre infortunato..

  • 12 Settembre 2019 in 20:11
    Permalink

    Il “combinato disposto” è una frase (fatta) c’lam sta sul bali. Linguaggio astratto, burocratic-vetero-forsenseze, ch non vuol dire proprio un cazzo.

  • 12 Settembre 2019 in 21:10
    Permalink

    Alberto “swarowsky” Grassi e mi dispiace per lui …
    ma chi, prob…ha gha ragion Davide

  • 13 Settembre 2019 in 12:19
    Permalink

    Alla luce degli indisponibili abbozzo la possibile formazione :

    …………………………………SEPE
    DARMIAN IACOPONI BRUNO ALVES GAGLIOLO
    …KUCKA (Hernani ) BRUGMAN ( Hernani ) BARILLA’
    ………….KULUSEWSKI INGLESE GERVINHO

    a noi mancheranno Grassi e Scozzarella
    a loro NAIGOLAAN ….

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI