I BOYS SULL’ESULTANZA DI DEZI: “IN UN GELIDO LUNEDI’ A 700 KM DA PARMA UN GIOVANOTTO DI 26 ANNI E’ VENUTO MENO AL PATTO SIGLATO UNA SETTIMANA FA”

(www.boysparma1977.it) – Martedì scorso, i Boys e buona parte della tifoseria “attiva” hanno incontrato su richiesta dello spogliatoio crociato, la squadra, il mister e alcuni responsabili della società; quello che ne è scaturito dopo un confronto rilassato e pacato, senza rabbia o cattiveria, da parte dei tifosi gialloblù è stata principalmente la richiesta rispetto per se stessi e per la maglia indossata dai giocatori, con la promessa da parte della squadra di onorarla al meglio della loro professionalità.

dezi esultanza polemica dopo salernitana parmaPurtroppo in un gelido lunedì sera a 700 Km da Parma, davanti a 150 tifosi che hanno sfidato le intemperie per viaggiare a fianco della squadra, un giovanotto di 26 anni appena compiuti, ha pensato bene di festeggiare il suo primo gol con la nostra maglia dopo 28 giornate di campionato, con una esultanza molto polemica nei confronti dei tifosi, venendo a meno al patto siglato meno di una settimana fa.

A nulla valgono le scuse di rito, anche perché fatte di plastica e preimpostate, identiche a quelle fornite ai tifosi del Perugia lo scorso anno dopo la gara contro il Verona: ” È stata colpa mia e quell’esultanza era solo una rabbia verso me stesso per quell’errore che ci stava costando la partita. È stato un periodo un po’ difficile, ecc”

dezi esultanza polemica dopo gol salernitana parmaInoltre c’è da dire che questo ragazzino non è molto rilassato quando segna, se andiamo a vedere, qualche anno prima a Crotone, contro il Varese, dopo il gol vittoria ha pensato bene di far polemica, piuttosto di gioire con i tifosi.

Forse martedì scorso ci siamo spiegati male, in questa piazza, in questa città, Parma e i suoi tifosi vogliono vedere le esultanze come quelle di Barbuti o come Lauria a Cesena; delle dichiarazioni banali e scontate ne abbiamo le palle piene, ora il signorino ci deve spiegare come si fa a rimanere uniti dopo gesti del genere? Attendiamo spiegazione e scuse, quelle vere, quelle con i fatti e alla svelta!

L’ultimo pensiero è rivolto alla presa di posizione da parte della società in merito a quanto avvenuto, interessante non trovate? Su una cosa hanno ragione: due anni fa eravamo tra i dilettanti, ora siamo nei professionisti e da tale bisognerebbe comportarsi!

 

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

DEZI: “L’ESULTANZA? SFOGO PERSONALE. NON CE L’AVEVO COI TIFOSI ANCORA UNA VOLTA FANTASTICI CON NOI” (VIDEO)

Stadio Tardini

Stadio Tardini

22 pensieri riguardo “I BOYS SULL’ESULTANZA DI DEZI: “IN UN GELIDO LUNEDI’ A 700 KM DA PARMA UN GIOVANOTTO DI 26 ANNI E’ VENUTO MENO AL PATTO SIGLATO UNA SETTIMANA FA”

  • 27 Febbraio 2018 in 16:33
    Permalink

    Mi l’ho dit subit clè un nador
    bravi boys
    educazione, capì, nani?
    Ti e i tot amig cicicretti e la belva, dailà, piantila ed scrivor di casedi sui social e pedalate e onoratela, dailà
    E se non capiv al dialet pes ancora

  • 27 Febbraio 2018 in 16:42
    Permalink

    Un cretino con la C maiuscola perchè se rivediamo la sua stagione l’unica partita degna di nota è stata con la cremonese nella prima giornata, ieri tolto il gol e qualche inserimento ne ha divorati 2, quindi di cosa parliamo. Io pago e tifo come meglio credo e i boys sono stati fin troppo corretti finora. A Dezi dev’essere spiegato che vuol dire Parma, va fatta leggere la storia crociata e poi vedi cosa vuol dire rispetto. Io
    Speto che chieda scusa non sui social ma sabato sotto la curva con tanto di lettera in mano . Dezi fai ancora in tempo !http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif

  • 27 Febbraio 2018 in 16:53
    Permalink

    Gesto da nador totale e le scuse sono state la classica “toppa peggio del buco”.

  • 27 Febbraio 2018 in 17:30
    Permalink

    IO STO CON JACOPO DEZI
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif
    L’ ho sempre attaccato ma lui con quel gesto oltretutto fatto in trance agonistica dopo aver segnato il gol della vittoria non ha fatto per me niente di maleducato.
    Non ha ASSOLUTAMENTE MANCATO DI RISPETTO A NESSUNO.
    Non avete detto dopo la partita col Perugia alla squadra di tirare fuori le palle?
    Lui l’ha fatto non dimenticando tutti gli insulti ricevuti anche dal sottoscritto e ha tolto i freni e sotto la tensione di quel momento ha voluto con quel gesto togliersi certi sassolini che aveva nella scarpa
    Quel gesto lo fanno molti attaccanti di altre squadre eppure nessun tifoso ha mai detto niente mentre la “NOSTRA TIFOSERIA DI SERIE A” non perdona.
    Non c’è libertà di espressione?
    Ma voi tifosi che seguite la squadra siete degli INTOCCABILI?
    Voi mandate,a fare in culo certi giocatori e i giocatori appena gli capita l’occasione mandano a fare in culo voi.
    Molti dicono che Jacopo ha mancato di rispetto per coloro che sono andati fino a Salerno facendosi centinaia chilometri.
    Ma di cosa stiamo parlando?
    Ma chi vi ha detto di andare?
    Ve lo ha detto lui?
    Non penso proprio.
    È stata una vostra libera scelta.
    Non è che siete andati a Salerno costretti in quanto sotto tortura e allora lui ha fatto bene.
    Dopo il gol è stato sincero e non falso.
    DOPO GLI INSULTI CHE GLI AVETE MANDATO DA INIZIO CAMPIONATO VI DOVEVA MANDARE UN BACIO!
    In quel momento ha espresso con quel gesto cosa pensa di voi che lo attaccate sul social. che lo insultate a Collecchio come una bestiaia velenosa e ovviamente ha fatto bene.
    Circa un mese fa sulle gradinate di Collecchio qualcuno lo ha insultato, quando è uscito aveva gli occhi rossi.
    Lui non ha dimenticato
    E un ragazzo va capito e poi si è addirittura scusato mentre
    VOI CON LUI pet gli insulti che gli mandate ogni giorno in maniera ormai industriale, NON VI SIETE MAI SCUSATI.
    Occhio per occhio
    Dente per dente
    BRAVO JACOPO
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

    • 27 Febbraio 2018 in 21:05
      Permalink

      VELENOSO,
      Tu saresti contento se Daversa ti mandasse a C….E? visto che è un mese che ne spari contro di lui di tutti i colori?

      • 28 Febbraio 2018 in 10:08
        Permalink

        Certo D’ Aversa farebbe la cosa giusta anche perché attaccando D’Aversa mi sono accorto di sbagliare.
        Non facevamo risultato non perché lui era incompetente ma solo perché mancava
        il gruppo che ora c’è ( vedi abbracci a terra dopo la fine partita) e la vera BELVA all’anagrafe…..Calajo’

  • 27 Febbraio 2018 in 17:56
    Permalink

    Ma poi esultanza x che gol che era da solo a porta vuota… neanche a ringraziare Calaio. Ne ha sbagliati due oltre all’assist non complicato per Calaio a fine partita.
    Faccio fatica a capire xké tanto credito a lui mentre ad altri viene concesso quasi nulla, forse xké di alternative ce ne sono poche in rosa (purtroppo).
    Sempre e solo forza Parma

    • 27 Febbraio 2018 in 19:38
      Permalink

      Certo Lg Dezi ha messo in porta una palla che era impossibile da sbagliare ma il suo merito è stato quello di seguire l’azione farsi trovare al posto giusto nel momento giusto.
      E vero ha sbagliato altri due golbma abbiamo lo stesso vinto e questo era importante

      • 28 Febbraio 2018 in 15:33
        Permalink

        Io gioco a calcio a livelli diciamo tra amici, ma se faccio un gol così neanche mi passa x la testa esultare in quella mabiera, la prima cosa che farei è ringraziare il compagno x l’assist perfetto, piacere che Dezi non è riuscito a contraccambiare più tardi non permettendo a Calaio (che é stato il vero artefice delle ultime due vittorie del Parma ossia contro Novara ed appunto Salernitana oltre che del pareggio con il Venezia) di fare il gol numero 100 in B che non mi sembra un traguardo da poco (se guardate le immagini a fine partita Calaio era parecchio irritato con Dezi, e dicendo irritato ho usato un eufemismo).
        Al di la dei richiami del caso e delle scuse il ragazzo deve svegliarsi e fare prestazioni molto migliori rispetto a quelle fornite sino ad oggi dimostrando di onorare la maglia. Oltre a Calaio potrebbe prendere spunto da Vacca che dopo le critiche giustissime dopo Empoli è sceso in campi a partita in corsa a sostituire un certo Scozzarella, ha dato tutto ed è stato a mio avviso determinante nell’ottenere il risultato finale dimostrando il giusto carattere.
        Sempre e solo forza Parma

  • 27 Febbraio 2018 in 18:05
    Permalink

    Am sa c’al sia parent ad cul nadör ad Pagliuca

  • 27 Febbraio 2018 in 18:44
    Permalink

    Dezi ha esagerato, poi si è scusato. L’episodio dovrebbe considerarsi chiuso. Dezi ha un modo infallibile per ricucire il rapporto con la tifoseria: giocare con impegno ed ai livelli dello scorso campionato onorando la maglia che porta.

  • 27 Febbraio 2018 in 19:44
    Permalink

    NOTATE
    Abbiamo iniziato la crisi quando è mancato Calajo poi dal Venezia in poi Calajo’ era in perfetta forma e abbiamo dato un calcio
    alla crisi e lui in entrambe le partite è stato decisivo
    Quando esce dal campo è tutto sudato e questa la dice lunga sul suo impegno

  • 27 Febbraio 2018 in 22:36
    Permalink

    Hahaha buona parte della tifoseria “attiva”.. vabbè dai il resto ci sta, condivisibile
    In realtà più che il gesto in se o la mancanza di rispetto che comporta da fastidio perché li capisci come mai si fanno le
    figure di Brescia Cremona etc

  • 28 Febbraio 2018 in 11:17
    Permalink

    Titolo: DEZI un cretino INUTILE
    allora DEZI è un cretino, un irresponsabile e un INGRATO.
    e questo dal punto di vista UMANO. dal punto di vista tecnico un calciatore fino ad ora INUTILE. vogliamo parlare del SUPER gol che ha fatto?? direi di NO. vogliamo paralare dei gol che non ha fatto?? direi che li abbiamo visti tutti. vogliamo parlare delle sue scuse…inutili come lo è stato lui da calciatore del PARMA fino ad ora. ma poi quanto dura sta storiellina che ci servirà sto cretino per i play off??? mo indovà!!! servono degli scavone dei munari degli scozzarella dei lucarelli dei calaiò e pure dei ceravoli come dire dei calciatori che danno l’anima che pancia a terra e zittti fanno il loro lavoro fino in fondo escono sudati e MAI UNA POLEMICA. Dezi hai rotto veramente il cazzo per come la vedo io da PARMIGIANO con PARMA e con i PARMIGIANI hai finito qui starai sul cazzo a vita!!!!

    • 28 Febbraio 2018 in 13:48
      Permalink

      Innanzi tutto non sei MASSIMO ma MINIMO.
      Cretino sei tu e si vede dalle cazzate che scrivi
      Vogliamo parlare del gol che ci ha dato la vittoria?
      Parliamo del gol di Dezi su passaggio della
      nuova BELVA Calajo’?
      Vai a tifare Reggio.
      REGGIO TI MERITA

      • 28 Febbraio 2018 in 15:05
        Permalink

        caro VELENOSO,
        io seguo il PARMA da quando esisto quindi TU non Ti puoi permettere di DARMI del reggiano. Punto PRIMO!!
        Punto SECONDO come scrivevo dezi ha fatto gol su azione che gli ha permesso di appoggiare la palla in porta da 1 mt. quindi la mia mail sottolineava CALAIO & Co onde per cui non hai capito lo spirito del mio messaggio. poi se tu per un motivo o per l’altro sei amico di dezi e nessuno te lo può impedire fai pure ma non screditare gli altri OFFENDENDO perchè darmi del REGGIANO è offendermi. e IO fino a prova contraria NON TI HO OFFESO!!! o sbaglio!!???
        altro punto io me la prendo con dezi perchè è stato un flop pazzesco fino ad oggi, ci ha innegabilmente fatto perdere delle partite (chiaro col contributo di altri ma la palla la perdea lui l’errore grave sempre suo) perdendo palla davanti alla difesa e facendole pareggiare altre per lo stesso motivo ed ora a Salerno ci ha fatto (intendo NOI TIFOSI NN so te) soffrire per nulla fino allafine e tu cosa fai lo difendi all’infinito e MI OFFENDI??? adesso poi sta cosa me la spieghi del fatto che mi dai pure del cretino in pubblico…attendo rettifica…please

        • 28 Febbraio 2018 in 17:25
          Permalink

          Se Massimo ti ho offeso ti chiedo scusa
          e mettiamo sulla nostra querelle una pietra tombale.
          Ciao

  • 28 Febbraio 2018 in 15:31
    Permalink

    Velenoso e Massimo STOP

  • 28 Febbraio 2018 in 22:40
    Permalink

    Caro DEZI fa due gol sabot cosi ti perdoniamo veglio.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI