APOLLONI: “SONO SODDISFATTO DEL RISULTATO, CHE PARLA CHIARO, E DI ALCUNI MOMENTI. DI ALTRI MENO PERCHE’ DOBBIAMO ESSER PIU’ BRAVI A LEGGER MEGLIO CERTE SITUAZIONI” – video

luigi apolloni(Ilaria Mazzoni) – Un grande applauso accoglie Mister Apolloni in sala stampa al rientro dalle vacanze natalizie, ma, nonostante il risultato vittorioso ottenuto oggi, lui si ritiene solo parzialmente soddisfatto dalla prestazione dei suoi ragazzi. L’atteggiamento crociato è stato quello giusto in alcune situazioni, ma non in tutte, come rimarca; in alcuni momenti gli attaccanti si sono spinti in avanti senza l’appoggio delle retrovie, mentre, quando ci si propone in fase offensiva, bisogna farlo in modo corale. In certi momenti la squadra si dimostra poco cinica e cattiva nel momento della realizzazione, ed il risultato è che si vanificano gli sforzi effettuati per arrivare sotto porta.

Ogni gara, dice Gigi, è un piccolo mattone che va ben posto per costruire l’obiettivo finale: è importante lavorare su ciò che non va anche per quanto riguarda le singole prestazioni. Alla fine, però, è comunque un Apolloni soddisfatto dalla prestazione, ed il risultato – sottolinea – parla già da sé. Per questo è convinto che il Parma debba continuare a pensare alla sua di strada, e non concentrarsi sulle formazioni che stanno cercando di recuperare il gap accumulato nel girone di andata.

Ci ragguaglia, poi, sulla situazione dell’infermeria: Guazzo e Benassi stanno lavorando bene e probabilmente si riuniranno al gruppo in allenamento dalla prossima settimana, per quanto riguarda Longobardi si sta aspettando la visita di domani per valutarne la condizione, così come si attende che Mousa Balla effettui la radiografia per verificare lo stato del suo infortunio.

Il Mister si dice, comunque, ottimista, anche se ha un po’ di preoccupazione per Lauria, che oggi ha giocato nel finale di partita, ma che ancora non è al cento per cento della condizione fisica a causa del problema che si era procurato nell’ultima partita prima della sosta di Natale.

Parla, poi, della prestazione di Sereni, entrato in campo non perché Lauria non fosse in condizione, ma per le dimostrazioni che aveva fornito durante gli allenamenti settimanali (e magari anche in ossequio al numero minimo di Under in campo, ndr); il coach, però, si aspetta da lui più cattiveria e determinazione nel concretizzare le sue qualità.

Il discorso si sposta, successivamente, sul fatto che, per la prima volta, la formazione ha effettuato, con continuità, uno scambio di posizione non solo tra i trequartisti ma anche tra le punte. Apolloni afferma che questo è un buon modo per non fornire punti di riferimenti agli avversari ed anche un’ottima soluzione per mettere in massimo risalto le qualità singole dei suoi giocatori. Una squadra, quella crociata, che impara sempre più l’arte del mutamento senza, però, perdere i propri equilibri.

Sul fatto che si è tornati a non subire più goal Gigi scherza, dicendo che il periodo natalizio è ormai finito e che, quindi, la squadra ha smesso di fare regali. Importante, dunque, è continuare a lavorare con costanza per mantenere gli equilibri nelle manovre e per migliorare sempre di più il gioco di squadra, perché è la squadra l’unica artefice del proprio cammino. Ilaria Mazzoni

Il video della conferenza stampa del tecnico del Parma Calcio 1913 Luigi Apolloni dopo la vittoria per 3-0 sull’ArzignanoChiampo

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

8 pensieri riguardo “APOLLONI: “SONO SODDISFATTO DEL RISULTATO, CHE PARLA CHIARO, E DI ALCUNI MOMENTI. DI ALTRI MENO PERCHE’ DOBBIAMO ESSER PIU’ BRAVI A LEGGER MEGLIO CERTE SITUAZIONI” – video

  • 6 Gennaio 2016 in 19:27
    Permalink

    Possibile che nessuno gli chieda che fine ha fatto adorni?!? Ha sempre giocato bene e dall’oggi al domani è completamente sparito dei titolari per fare spazio a un Messina che mi sembra tutto fuorchè un fenomeno…anzi…

    • 6 Gennaio 2016 in 19:32
      Permalink

      Non è in perfette condizioni fisiche. Tanto è vero che, precauzionalmente, non era neppure in panca nemmeno col Tuttocuoio.

      Ricordo che la rosa è di 28 giocatori: vogliamo tutti bene al bocia pramzan, però le scelte vanno fatte con la ragione e non col cuore. E in questo momento l’allenatore, giustamente, fa scelte differenti.

      Cordialmente

      Gmajo

      • 6 Gennaio 2016 in 19:35
        Permalink

        Se ha un problema fisico è già un altro discorso…

        • 6 Gennaio 2016 in 20:08
          Permalink

          bo, si vede che in panchina hanno l’idromassaggio per portarcelo anche se non e’ in condizione 😉

  • 6 Gennaio 2016 in 19:28
    Permalink

    C’era il rischio di ripetere la gara contro la Sammaurese, perciò bravo mister.

  • 6 Gennaio 2016 in 20:03
    Permalink

    io continua a non capire perche’ gli altri si ostinino a correre il doppio di noi, che tanto perdono molto spesso lo stesso .

    Galassi hai un lavoro immane davanti ,do you know ?

  • 7 Gennaio 2016 in 10:17
    Permalink

    Adorni è un buon elemento ..( non dimentichiamo che a maggio giocava con gli allievi …e compirà quest anno i suoi 18…)
    ..
    Messina probabilmente tornerà alla casa madre..Atalanta…
    e Mulas….tesserato alla fine del girone ad’andata….al momento mi sembra + pronto ed esperto….anche x il futuro..
    ..ma Lorenzo ha la testa e le capacità ..x diventare calciatore…
    ..
    umiltà..educazione…e una buona maturità…x la sua età…lo aiuteranno a crescere….
    ha tempo x farlo…
    ..
    ne rispondo in prima persona….non sbaglierà…
    poi..certo..ce ne sono anche dei + forti….ma anche dei + scarsi….

I commenti sono chiusi.