giovedì, Luglio 25, 2024
Carmina ParmaNews

IN KUBA PER LA VITTORIA

Luca Savarese(Luca Savarese) – Dacci oggi il nostro calcio quotidiano. Sale, accorata la nostra preghiera di calciofili, mai domi. Ma, spesso, anzi ultimamente troppo spesso, i protagonisti più conclamati del pallone, ci danno essi stessi calci, che magari non ci aspettavamo. Certo non esistono più le mezze stagioni e nemmeno le bandiere intere: se prima era l’eccezione, oggi trovare a settembre tizio in un club e scoprirlo a gennaio in un altro, è la regola, le fragole le trovi anche a gennaio, però, uno stupore misto a fastidio ci coglie quando sentiamo che il delantero argentino numero 9 dell’Inter vuole ancora di più ed in combutta con la sua moglie-manager continua a dar luogo ad un m’ama non m’ama infinito, pruriginosamente mediatico, stucchevole. O che il puntero sempre argentino e sempre numero 9 ma del Milan, è vita natural durante nervoso ed irascibile. Povero, col lavoro che fa…Facce tristi, gente che ha già tutto ma vuole perennemente di più. Sacra fames auri, miserabile cupidigia dell’oro, avrebbe detto Virgilio, forse ultimamente un po’ geloso, nel suo limbo, ad aver visto fare al Parma quello che fino a prima era stato capace di compiere solo il suo Mantova: salto quadruplo, dalla D alla A, nei favolosi anni 60. E in questo compulsivo premere il tasto + della calcolatrice, ogni tanto si finisce per perdere di vista il segno x, quello che divide, che non tiene tutto solo per sé. Per i nostri idoli della pelota primum ricevere, deinde dare. “Soldi soldi soldi chi ha tanti soldi vive come un pascià”…cantava Betty Curtis, nel 1962. Gioco di squadra in campo, varie iniziative benefiche certo e menomale che non tutti i nostri miti sono argentini ed hanno il 9 sulle spalle… Ma, sul far della sera, eccoli i re: guardare che il proprio orticello diventi presto giardino, foresta, distesa e i loro scagnozzi a rimpinguare ed ingrassare. Immanenza satura, per dirla con la felice espressione usata dalla filosofa contemporanea Donatella Di Cesare. Per fortuna, che ogni tanto, c’è un tocco di trascendenza che rovescia un po’ il verso delle cose, un gesto che apre e che spiazza come il primo rigore, al cucchiaio, di Antonin Panenka. Arriva dalla Polonia, terra fertile. Vedere il cammino che mica si è fermato, anche se è temporalmente finito, di Karol Wojtyla, per credere. Qui Jakub, kubadetto Kuba, Blaszczykowski, classe 85, che nel bel paese nella stagione 2015-2016 ha indossato la maglia della Fiorentina per un totale di 15 presenze e 2 gol, ha voluto salvare la sua attuale squadra, il Wisla Cracovia (vecchia frequentazione europea del Parma), che lo lanciò nel calcio professionistico, dal baratro del fallimento. Prima mossa, ha scelto di giocare gratis. Seconda giocata: ha deciso di prestare un milione di euro alla società, che sarà così in grado di pagare gli stipendi a giocatori e dirigenti. Un gol sotto il sette, di quelli che lasciano basiti, senza parole. Solo chi ha sofferto riesce a capire davvero e fino in fondo la grammatica della sofferenza. Kuba infatti quando aveva solo dieci anni assistette all’uccisione di sua mamma per mano di suo papà. I nonni lo hanno cresciuto, lui si è irrobustito, ha capito che c’è il male ma che non tutto il male vien per nuocere, così ha scoperto, sulla sua pelle, il vangelo silenzioso della carità, mentre iniziava il suo viaggio, con la palla al piede: Wisla, Dortmund (una finale di Champions con la medaglia d’argento nel 2013) Fiorentina, Wolfsburg e ancora Wisla, per chiudere il cerchio, per spalancare il cuore. Senza nessun agente ingombrante, senza nessuna patetica caccia al rialzo. Così, giocando e donando. Sì, in Kuba per la vittoria. Luca Savarese

24 pensieri riguardo “IN KUBA PER LA VITTORIA

  • Vi darò la formazione, per quelli che saranno i convocati mi sto attrezzando:

    ……………………………………SEPE
    …….IACOPONI BRUNO ALVES BASTONI GAGLIOLO
    …………………..DEIOLA STULAC BARILLA’
    ……………….SILIGARDI INGLESE GERVINHO

    nel secondo tempo :

    DIMARCO x Gagliolo / Barillà
    KUCKA x Deiola
    BIABIANI x Siligardi / Gervinho

    Parma che tornerà vittorioso !!!! J’espere

  • Giocatore stellare al Dortmund di Klopp. Sempre piaciuto.

  • È quindi arrivato il transfer di Kucka?

    • La conferenza stampa di Mister D’Aversa delle ore 14.15 probabilmente fornirà notizie ufficiali in merito. Non manca molto, ormai…

      • Il Linguista

        Direttore le è piaciuto Suspiria?

        • Ci sono delle spie che mi hanno visto? Cmq, sinceramente, non tanto. Ho rssato?

          • Il Linguista

            Ero dietro di lei, avrei voluto presentarmi ma poi è iniziato il film… sarà per la prossima volta…A proposito, più inquietante Suspiria o il nuovo comunicato dei cinesi?

          • Non sono sul pezzo circa il comunicato dei cinesi… Prima mi documento, poi vediamo…

            Eh io arrivo sempre un attimo primo della proiezione… Cmq presentiamoci…

  • Deiola non lo davano per già rientrato al Cagliari?

    • Se rientra a Cagliari immagino lo lascino partire dopo questa partita visto che Rigoni non c’è.

  • Ho un dubbio: ma kucka al posto di chi entra in lista ?

    • Durante la fase di mercato è possibile presentare liste alla vigilia di ogni gara che possono essere diversissime rispetto a quella del Girone d’Andata e a quella che sarà definitiva per il girone di ritorno dopo la chiusura del mercato.

      Il Parma avendo già utilizzato le due sostituzioni stagionali previste non potrà – dopo il 31.01.2019 – effettuerà ulteriori variazioni alla lista che rimarrà definitiva (a parte eventualmente per i portieri)

  • Con Rigoni semi indisponibile, Kucka non ha i 90 minuti e Scozza a mezzo servizio, ….o gioca Munari o gioca Deiola …credo io ..
    poi , tutto potrebbe essere !!!
    ma, fino a quando non ci sono gli idonei sostituti, non parte nessuno ritengo ..!!

  • …………………………..Tratto da Parmalive:

    Comunicato di Lizhang: “Depositato un ulteriore 30%, la maggioranza è nostra”

    ANSA) – PARMA, 18 GEN – Jiang Lizhang, l’ex presidente del Parma Calcio 1913 declassato ad azionista di minoranza lo scorso 23 ottobre con la sua società Link, continua la battaglia per riconquistare i vertici del club emiliano. Oggi, con una nota, Link comunica di non avere solo sottoscritto l’aumento di capitale per l’attuale 30% del pacchetto azionario (come aveva comunicato lo stesso Parma Calcio 1913 una settimana fa) ma anche di avere depositato un ulteriore 30% considerandosi ancora azionista di maggioranza della società di calcio. Complessivamente Link avrebbe versato circa 7 milioni di euro, metà direttamente nelle casse del club e metà in deposito presso il notaio Napolitano & Caricato di Milano. E’ questo l’ultimo atto del braccio di ferro fra Nuovo Inizio spa, la società che rappresenta un gruppo di imprenditori parmigiani, e il magnate cinese che accusa l’attuale maggioranza di aver compiuto “azioni illecite” e annuncia il ricorso a vie legali.

      • Forse ma, di colpo, si sono aperte le frontiere o addirittura tutta la muraglia ??

        • Cmq è un autogol giallo: come giustificherà le varie inadempienze che gli contesta Nuovo Inizio che per prima li ha trascinati all’arbitrato, se ora la pila la caccia e per un anno no?

          • Gentile direttore, io sono portato a credere che questa ,tardiva, mossa non sia altro che dovuta ad un bislacco ed inutile tentativo di riacquistare la „verginità „ perduta agli occhi dei parmigiani e non.
            Questo ovviamente a ragione di una causa legale in corso, mettendo un po‘ di pressione.
            Alternativamente potrebbe aver ricevuto una lavata di capo dall’azienda da cui dipende e conseguentemente cerca di non perdere i soldi investiti e soprattutto anche una eventuale rivendita futura. Un club di A senza debiti salvo, de prestigio del Parma ha un valore direi piuttosto elevato.
            Ricordiamoci Taçi e Giordano o i fantomatici Quatarioti quanto erano disposti a spendere per il Parma FC.

          • Mah. Che cerchi del clamore mediatico lo si è visto anche recentemente, ricordiamo che la prima esternazione pubbica post “golpe” fu all’indomani di aver ricevuto notizia giudiziaria dell’arbitrato intentato da Nuovo Inizio.

            Le modalità di esternazione non sono il top, e già una volta sono stati sputtanati da SportParma per questo e anche stavolta la mail del comunicato rilanciato dall’ansa arriva da un indirizzo inedito “gmail” che può aprire chiunque…

            L’aspetto legale evito di commentarlo, ma anche qui secondo me non sono propriamente ineccepibili…

  • Ribadisco che di colpe l’argentino – nel caso specifico – non ne ha. Lui lavorava già per i Cinesi e si è tuffato dentro dopo che l’operazione era già stata conchiusa. Ma ribadisco anche che uno che ha messo 18 milioni non poteva essere considerato inaffidabile. E le “analisi del sangue” le aveva superate. E i 7 soci mi paiono tutt’altro che degli sprovveduti.

    Quindi iniziamo a smetterla di reiterare leggende metropolitane senza fondamento. Grazie

    • Majo ma semplicemente non è che il cinese sta facendo di tutto per riprendersi la maggioranza solo per poi rivenderlo al maggior offerente visto che ora siamo più appetibili?… Male che vada cercherà di vendere il 30% cmq…

      Ps. Sono curioso di sapere che somma come risarcimento danni hanno chiesto i 7 soci? Magari ora il cinese sta tremando per quello.. Può essere Majo?

      Grazie

      • Io eviterei mille contorsioni mentali: era evidente che i Cinesi non avrebbero accettato a cuor leggero di veder perso il proprio investimento, per cui stanno cercando di difendere le proprie posizioni, come era normalissimo che accadesse, perché non sarebbe stato normale che chiunque accettasse senza colpo ferire di vedersi decurtata la metà delle proprie quote, indipendentemente dalle ragioni all’origine del ribaltone.

        Le mosse fatte non mi paiono il massimo (mi sfugge il senso di depositare – sempre ammesso sia vero – 3 milioni e mezzo da un notaio: al limite li metti nel conto della società se ti senti di essere il socio di maggioranza…), ma tant’è… Evidentemente è una questione di cultura e io non sono in grado di decifrare bene quella orientale…

        Non credo proprio che ci possa esser qualcun altro – se non Nuovo Inizio che ha il resto del pacchetto – che possa esser interessato a comprare il 30% di una società (peraltro senza neppure consiglieri in Cda).

        Circa i danni non conosco cosa balli, ma non è un argomento che mi arrapa…

  • Direttore con pardon. Ma se uno che supera le viste al mora dopa di an i casi sono due. O il dottore era un dottorino o gli è venuta una malattia grossa.
    Questa assurda vicenda ha però una morale che mi piace. Il pidocchio che per colpa della sua pidocchieria (il non aver più voluto mettere in centesimo diventando quindi inadempiente) perde tutto. Non vorrei esssre il sartino cinese perché secondo me il suo padrone ovvero il vero proprietario dei soldi sarà parecchio alterato. E in Cineseria non ban mica tanto per il sottile….

  • Comunque noi altri mai che stiamo 30 giorni di calendario senza rotture di balle societarie legali pecorare cazzein etc.

I commenti sono chiusi.