sabato, Luglio 20, 2024
News

DONADONI: “PAREGGIO MERITATO. MI FA PIACERE CHE FERRERO PARLI DI ME, MA NON SO QUALE SARA’ IL FUTURO. QUESTA ESPERIENZA HA ARRICCHITO IL MIO BAGAGLIO PERSONALE”

GENOVA – nostro servizio – Luca Savarese – È un Roberto Donadoni fresco e piuttosto sereno quello che entra nella sala stampa dello stadio Luigi Ferraris di Genova, al termine dell’ultima puntata di campionato, dove il suo Parma ha pareggiato per due a due giocando bene, soprattutto nel primo tempo, contro la Samp. Ascoltiamolo.

Ieri sera Ferrero da Fazio ha parlato anche di lei tra i possibili sostituti di Mihajlovic…

“Se ne dicono tante, è normale, ora abbiamo terminato questa stagione, mi fa piacere che Ferrero parli di me, ma non so ancora quale sarà il mio futuro”.

Un buon pareggio oggi, mister?

“Si e credo che sia meritato: abbiamo preso due gol su palle inattive, che si potevano evitare con un briciolo di attenzione in più, la squadra ha reagito bene, ha fatto un buon primo tempo durante il quale ha avuto quattro palle gol, Nocerino ne ha avute due nette, però al di là di questo, i ragazzi sono stati all’altezza e questo è merito loro, per quello che hanno fatto”.

Cosa rimane dentro di quest’anno?

“Tutto. Non è giusto e corretto dire che rimane solo qualcosa, ho capito certi aspetti umani dei giocatori e delle persone in situazioni non proprio normali e questo mi servirà molto per il mio bagaglio personale”.

Si parla di lei in ottica Samp…

“Se mi trovate un anno dove non si parla mai a fine stagione di accostamenti di questo tipo, è qualcosa di falso, succede sempre, è normale, ma in concreto vedremo nei prossimi giorni cosa succederà. Ora il Parma il 9 di giugno ha l’ultima asta, speriamo che ci dia un nuovo proprietario e che si possa garantire la serie cadetta per ripartire e tornare in A, il Parma ha una storia importante e che sia finito in B per grandi problemi specie fuori dal campo, è ingiusto”.

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

6 pensieri riguardo “DONADONI: “PAREGGIO MERITATO. MI FA PIACERE CHE FERRERO PARLI DI ME, MA NON SO QUALE SARA’ IL FUTURO. QUESTA ESPERIENZA HA ARRICCHITO IL MIO BAGAGLIO PERSONALE”

  • Grazie Roberto per aver traghettato la barca e non averla abbandonata nel bel mezzo della tempesta. Un grosso in bocca al lupo per il futuro.

  • giancarlo costantino

    auguri mister e grazie di tutto….

  • Ritengo Donadoni un ottimo allenatore e un grande uomo. Quest’anno ha ricevuto molte critiche, io le ho ritenute spesso ingiuste e l’ho sempre difeso.Rimanere in sella in questa situazione assurda sarà stato complicatissimo..se sarà B a questo punto (dando x scontato l’addio di Donadoni) spero nel lancio di Crespo

  • Donadoni il miglior allematore nella tpria del Parma,Ghirardi il peggior presidente di questi ultimi 101 anni.

  • Guidolin.tutta la vita…in B…poi
    lo ha già dimostrato come si può fare la festa anche coi “fichi” secchi..

  • Se il progetto è serio e si rimane in B, anche per me può rimanere Donadoni. A proposito, GHEZZAL è impazzito. Pensate se riusciva a respingere il tiro di Palladino. Il T.S.O. sarebbe stato inevitabile.

I commenti sono chiusi.